2 novembre 1917: Dichiarazione Balfour.

Image:Arthur Balfour, photo portrait facing left.jpg Infopal. Ieri, 2 novembre, ricorreva il 91° anniversario della Dichiarazione Balfour, che pose le basi per l’occupazione sionista della Palestina e per la creazione di Israele.

Ieri, diverse fazioni palestinesi hanno diramato comunicati ricordando e denunciando la Dichiarazione di Arthur James Balfour, allora Segretario degli Esteri britannico, inviata a lord Walter Rothschild, esponente della comunità ebraica inglese.

L’ormai tragicamente famosa lettera affermava che il governo britannico "vede con favore la creazione in Palestina di un focolare nazionale per il popolo ebraico".

Le fazioni palestinesi, a 91 anni dalla diffusione del testo, e a seguito della Catastrofe da esso provocata, chiedono alla Gran Bretagna che presenti "scuse ufficiali" e lavorino per "porre rimedio all’errore".

Il testo della lettera: 

Egregio Lord Rothschild,

 

È con grande piacere che Le formulo, nell’interesse del Governo di Sua Maestà, la seguente dichiarazione di simpatizzazione con le aspirazioni ebraiche sioniste, che è stata sottoposta al Gabinetto e da questo approvata:

 

‘Il Governo di Sua Maestà vede con favore lo stabilimento in Palestina di una patria nazionale per il popolo ebraico, e farà uso dei suoi migliori sforzi per facilitare il conseguimento di quest’obiettivo, beninteso che nulla verrà fatto che possa pregiudicare i diritti civili e religiosi delle comunità non-ebraiche esistenti in Palestina, o i diritti e lo status politico degli Ebrei in qualsiasi altro paese.’

 

Vi sarò grato se porterete questa dichiarazione a conoscenza della Federazione Sionista.

 

Sinceramente Vostro,

Arthur James Balfour

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"