2 Palestinesi feriti, 3 detenuti dalle forze israeliane a Deir Abu Mashaal

Ramallah. Domenica, a Deir Abu Mashaal, in Cisgiordania, le forze israeliane hanno sparato a tre Palestinesi, ferendoli. Due altri sono stati arrestati. Le cittadina è stata invasa dalle forze israeliane e posta sotto assedio dopo che tre cittadini hanno eseguito un attacco a Gerusalemme, venerdì.

Per il terzo giorno consecutivo, le truppe israeliane hanno assaltato la cittadina, scatenando scontri con i residenti.
Un giovane è stato colpito a una gamba con proiettili letali e un altro alla mano. Entrambi sono stati portati al Palestinian Medical Complex di Ramallah.
Testimoni hanno riferito che i soldati israeliani hanno arrestato due uomini e una donna.
La donna è stata identificata dalla Società per i prigionieri palestinesi (PPS) come Inaya Atta, 42 anni, moglie del prigioniero Saleh Atta, condannato a 21 anni di carcere. Fonti locali hanno riferito che i soldati israeliani hanno invaso la casa della famiglia Atta e sottratto i gioielli, prima di arrestare la donna.
Subito dopo l’attacco di venerdì, le forze israeliane hanno invaso la cittadina di Deir Abu Mashaal per imporre la chiusura e disporre la demolizione delle case delle famiglie dei tre Palestinesi uccisi: Adel Hassan Ahmad Ankoush,18 anni, Baraa Ibrahim Salih Taha, 18, e Usama Ahmad Dahdouh, 19.
(Fonte: Ma’an)

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"