200 strutture palestinesi ricevono ordini di demolizione a Gerusalemme

Gerusalemme occupata – PIC. Domenica, le autorità israeliane hanno distribuito ordini di evacuazione e demolizione rivolti a 200 strutture commerciali ed industriali palestinesi nel quartiere di Wadi al-Joz, nella Gerusalemme occupata.

Il direttore della Camera di commercio ed industria araba di Gerusalemme, Kamal Obeidat, ha affermato che la municipalità israeliana di Gerusalemme, con l’approvazione del comitato per la pianificazione e l’edilizia, ha emesso ordini di demolizione contro 200 diverse strutture.

Le strutture minacciate si trovano nella zona industriale di Wadi al-Joz, che secondo Obeidat è una delle aree più vivaci della Gerusalemme occupata.

Obeidat ha affermato che la “mossa razzista” israeliana mira a conquistare l’unica area industriale di proprietà palestinese a Gerusalemme, al fine di ebraicizzare ulteriormente la città ed alterarne l’identità.

Ha invitato gli abitanti palestinesi di Gerusalemme ad unirsi e affrontare tale attacco israeliano.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

tag: , , , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"