Archivio del mese: gennaio 2007

Com’è facile essere tacciati di ‘antisemitismo’ a Torino. Una lettera.

  Essere tacciati di "antisemitismo", in quel di Torino non è difficile. Nel 1994 all’anarchico Moreno Marchi fu revocata l’autorizzazione di tenere all’università di Palazzo Nuovo una conferenza – studio sugli Inediti di Louis Fernand Cèline.  L’ anno dopo toccò al prof. Costanzo Preve, fino a poco prima uno dei maggiori dirigenti di Democrazia Proletaria (insieme a Vinci e a Russo … Continua a leggere

Tre camion di armi e munizioni sono passati dal valico di Rafah diretti a Fatah.

Fonti del valico di Rafah hanno confermato poco fa telefonicamente a Infopal il passaggio di tre camion pieni di armi e munizioni diretti alla sede “Ansar” appartenente alla sicurezza della presidenza. Queste armi sono state donate dagli Usa alle forze di Abbas. Una scelta che gli osservatori palestinesi ritengono destinata a versare olio sul fuoco e accendere lo scontro con … Continua a leggere

La tragedia dei rifugiati palestinesi che scappano dall’Iraq.

La tragedia dei rifugiati palestinesi che scappano dall’Iraq.

Circa 700 palestinesi sono ammassati al confine tra l’Iraq e la Siria, in condizioni disumane, dopo essere sfuggiti alle violenze e alle persecuzioni irachene. Lo hanno denunciato nei giorni scorsi le Nazioni Unite. Jennifer Pagonis, portavoce dell’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite, ha dichiarato che il bagno di sangue e le persecuzioni a Baghdad hanno causato l’incremento del … Continua a leggere

Il quotidiano Ma’ariv rivela che Gaza sarà il prossimo obiettivo del nuovo ministro della Difesa israeliano.

Il quotidiano Ma’ariv rivela che Gaza sarà il prossimo obiettivo del nuovo ministro della Difesa israeliano.

Il giornale israeliano Maariv ha rivelato che Gaza sarà il prossimo obiettivo e il banco di prova per il nuovo capo dell’esercito Ghabi Ashkenazi. Un obiettivo che ridarà valore all’esercito israeliano e rappresenterà un avvertimento a Hezbollah. Secondo Maariv, la Striscia di Gaza potrà essere divisa in due parti sotto direzione militare: nella zona del centro, con l’aiuto dello Shabak, l’esercito è … Continua a leggere

Vicenza si ribella alla nuova base militare Usa.

Vicenza – No alla nuova base militare a Vicenza est! Global Project Vicenza   La collocazione della base statunitense al Dal Molin è in questo momento a Vicenza la punta dell’iceberg di un progetto complessivo che, in questo momento, vede altri due nodi emergere negli ultimi giorni: la ristrutturazione della base Pluto al Tormeno con lavori di scavo di tunnel … Continua a leggere

Al-Fatah creerà un esercito con 12.000 effettivi, grazie all’aiuto degli Usa e dell’Europa.

Al-Fatah si propone di creare un esercito con 12.000 uomini finanziato dagli Stati Uniti e dell’Unione Europea. La notizia arriva da Yediot Aharonot. Fonti all’interno di Fatah hanno rivelato che gli Usa hanno promesso di recente una donazione di circa 90 milioni di dollari alla Guardia Presidenziale di Abbas per ampliare l’equipaggiamento militare (armi, veicoli, strumenti per la telecomunicazione, ecc.). Gli organi … Continua a leggere

Bimba palestinese presa a sassate in testa da soldati israeliani.

Bimba palestinese presa a sassate in testa da soldati israeliani.

A Tulkarem, un soldato israeliano ha preso a sassate alla testa una bambina di 8 anni. Testimoni oculari hanno raccontato che alcuni militari israeliani hanno lanciato pietre contro un gruppo di cittadini nella città di Saida, a Tulkarem, e hanno colpito Nadin Raddad, di 8 anni. La piccola è stata ricoverata all’ospedale di Thabet.

Vasta campagna di arresti da parte delle forze israeliane: 21 palestinesi sequestrati.

Questa mattina, le forze di occupazione israeliana hanno sequestrato oltre 21 palestinesi di differenti città della Cisgiordania. Il portavoce dell’esercito israeliano ha dichiarato alla radio ebraica che le forze armate hanno arrestato 3 giovani palestinesi e una donna nel villaggio di Al-Yamoun, a ovest di Jenin, e 3 altri nei pressi di Tafouh, a sud di Nablus. Il portavoce ha dichiarato … Continua a leggere

Fatah e Hamas si sono incontrati sotto il patrocinio egiziano per implementare la tregua.

Hamas e Al-Fatah si sono incontrati ieri sera sotto il patrocinio egiziano per proseguire l’applicazione dell’accordo siglato lunedì notte dal primo ministro palestinese Ismail Haniyah e dal rappresentate del presidente, Rawhi Fattuh. L’accordo ha lo scopo di porre fine alla lotta interna, ritirare gli uomini armati e rilasciare le persone sequestrate da entrambe le parti. Fawzi Barhum, portavoce del movimento … Continua a leggere

Olmert: ‘La nostrra rappresaglia contro l’attacco di Eilat sarà limitato’.

Ieri, la radio israeliana ha riportato quanto emerso da fonti dell’ufficio del primo ministro israeliano Ehud Olmert: il governo rispetterà il cessate il fuoco nella Striscia di Gaza e non risponderà all’operazione kamikaze di Eilat con una vasta operazione di rappresaglia. Nella giornata di ieri, Olmert ha presieduto una seduta di consultazione a cui hanno partecipato il ministro della Difesao Amir … Continua a leggere