2011: oltre 120 casi di violazioni ai danni dei giornalisti palestinesi

Ramallah  InfoPal. L'Associazione dei Media palestinesi ha raccolto per tutto l'anno 2011 le storie di violazioni ai danni dei giornalisti palestinesi, tra le aggressioni da parte dell'occupazione israeliana e quelle degli apparati di sicurezza palestinesi.

Gli attacchi contro i giornalisti e fotoreporter palestinesi sono stati condotti per la maggioranza nell'ambito delle manifestazioni settimanali contro Muro d'Apartheid e colonie israeliane in Cisgiordania, nei villaggi della provincia di Ramallah: Bil'in, Ni'ilin, Nabi Saleh, e a Beit Ummar (al-Khalil/Hebron).

Sono stati oltre 120 i casi di violazioni israeliane contro i giornalisti palestinesi nel 2011: 17 sono stati arrestati e sono stati numerosi gli episodi di vandalismo, di atrezzature danneggiate o confiscate ai giornalisti aggrediti.

Ventiquattro sono stati i casi di arresti da parte degli apparati di sicurezza palestinesi tra Striscia di Gaza e Cisgiordania. Di frequente i giornalisti palestinesi vengono arrestati a più riprese, a dimostrazione delle difficoltà tra le quali sono costretti a lavorare, in un clima di persecuzione nei loro confronti.

La nostra agenzia non è stata risparmiata da casi di violazioni di questa natura. Il nostro corrispondente dalla Cisgiordania, Mohammed Awad, è stato sequestrato dai servizi di sicurezza dell'Autorità palestinese (Anp) all'inizio di dicembre scorso, e acora niente si sa sulla sua sorte.

tag:

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"