Archivio del mese: Novembre 2012

Israele ha colpito 36 moschee e sei cimiteri nella sua ultima aggressione a Gaza

Gaza-Infopal.Il ministero dei beni religiosi di Gaza ha reso noto che l’occupazione, nel corso della sua aggressione che prosegue da una settimana, ha colpito deliberatamente moschee, luoghi di culto e i cimiteri islamici nella Striscia di Gaza.  Il ministero, in un comunicato stampa diramato mercoledì 21 novembre, ha reso noto che due moschee sono state completamente distrutte e altre 34 … Continua a leggere

Continuano gli attacchi israeliani contro la Striscia di Gaza: altri 5 morti. Il bilancio attuale è di 150 vittime

Gaza – InfoPal. Cinque palestinesi, tra cui un padre e i suoi due figli, sono rimasti uccisi, mercoledì pomeriggio 21 novembre, e molti altri feriti in una serie di attacchi aerei su diverse aree della Striscia di Gaza. Il primo di questi raid, nella città di Gaza, ha ucciso Mahmoud ‘Attia Abu Khoussa (13 anni); in un altro contro una … Continua a leggere

Commandante delle brigate al-Qassam: la guerra di terra sarà la più grande speranza per la liberazione dei prigionieri

Gaza – Pal.info. Il comandante generale delle Brigate al-Qassam, Mohamed al-Dhif, ha richiamato l’attenzione sul fatto che la guerra di terra, utilizzata dall’occupazione come spauracchio, costituisca la più grande speranza di catturare i soldati. In un breve discorso, al settimo giorno della battaglia delle “Pietre d’argilla”, al-Dhif ha minacciato il nemico israeliano di catturare i suoi soldati e di infliggergli un … Continua a leggere

Meshaal: “Siamo determinati all’ottenimento di una tregua secondo le nostre condizioni”

Il Cairo – Pal.info. Il leader della sezione politica del movimento di resistenza islamica “Hamas”, Khaled Meshaal, ha confermato il rifiuto da parte della sua fazione di accettare la tregua alle condizioni poste da Israele, sottolineando che spetta a chi ha scatenato il conflitto il dovere di porvi fine. Meshaal ha ribadito che accetterà il cessate-il-fuoco solo nel momento in … Continua a leggere

Pioggia di missili della resistenza palestinese su località israeliane

Gaza – Pal.info. Le brigate al-Qassam, ala militare di Hamas, hanno dichiarato di essere state in grado di interferire nella programmazione televisiva dei canali Tv israeliani 2 e 10 e di mandare in onda un avvertimento all’esercito israeliano. Nel messaggio, le brigate hanno messo in guardia l’artiglieria e le forze di terra israeliane dall’invadere la Striscia di Gaza, e hanno … Continua a leggere

Bombardata la casa di un consigliere del premier Haniyah

Gaza – InfoPal. Mercoledì mattina 21 novembre, l’aviazione da guerra israeliana ha bombardato la casa di ‘Essam Da’ales, consigliere del premier Isma’il Haniyah. L’uomo risiede nel campo profughi di al-Nuseirat, nel centro della Striscia di Gaza. L’edificio è stato completamente distrutto.  

Tel Aviv, esplosione in un autobus: 21 feriti

Tel Aviv – Quds Press. 15 persone sono rimaste ferite a Tel Aviv, nella tarda mattinata di mercoledì, a seguito di un’esplosione all’interno di un autobus. Dall’ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu hanno affermato che si tratterebbe di un “attacco terroristico”.

Israele è da considerarsi simbolicamente sconfitta a Gaza.

PressTv. Mentre l’assediata Gaza veniva nuovamente sottoposta alla pioggia di bombe israeliane ed innocenti donne e bambini divenivano gli obiettivi designati dei missili, il presidente Barack Obama, insieme al segretario di stato Hillary Clinton, era impegnato in un tour nel sud-est asiatico al fine di visitare un certo numero di Paesi, incluso il Myanmar, terra delle pagode e delle giungle, … Continua a leggere

Bombardamenti a tappeto su tutta la Striscia di Gaza. Distrutti gli edifici governativi

Bombardamenti a tappeto su tutta la Striscia di Gaza. Distrutti gli edifici governativi

Gaza – InfoPal. Martedì 20 novembre non è entrato in vigore alcun cessate-il-fuoco. Israele ha continuato a bombardare a tappeto l’intera Striscia di Gaza. Il Segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, che martedì era a Gerusalemme, per colloqui con il premier israeliano Benjamin Netanyahu, ha informato che ci vorranno diversi giorni per una tregua, e ha ribadito il “solido impegno di Washington … Continua a leggere