Archivio del mese: Novembre 2013

In migliaia ricordano l’anniversario della morte di Arafat

In migliaia ricordano l’anniversario della morte di Arafat

Ramallah-agenzie. Migliaia di palestinesi sono scesi nelle strade della Cisgiordania, lunedì 11 novembre, per ricordare il 9° anniversario della morte di Yasser Arafat. Arafat è scomparso nel 2004, in circostanze ancora da chiarire, ma con l’ormai quasi certezza dell’avvelenamento da polonio.

Decine di feriti dopo che i coloni attaccano gli abitanti dei villaggi palestinesi vicino a Nablus

Nablus – Ma’an. Coloni e soldati israeliani hanno attaccato gli abitanti dei villaggi palestinesi a sud di Nablus sabato pomeriggio, provocando decine di vittime palestinesi a causa di un eccesso di  gas lacrimogeno. Gli scontri sono scoppiati nel villaggio di Burin dopo che i coloni hanno attaccato gli abitanti palestinesi del quartiere est del villaggio, ha dichiarato Ghassan Daghlas, un funzionario … Continua a leggere

Colline a sud di Hebron: l’avamposto di Havat Ma’on continua ad espandersi

Operazione Colomba. Colline a sud di Hebron: l’avamposto di Havat Ma’on continua ad espandersi Nonostante la documentazione, i funzionari israeliani negano di sapere dell’espansione 11 novembre 2013 At Tuwani – L’avamposto israeliano di Havat Ma’on (Hill 833) nelle colline a sud di Hebron (Cisgiordania) si sta espandendo in modo consistente dall’inizio di ottobre. Sabato 9 novembre, il gruppo di attivisti … Continua a leggere

Rabbino anti-sionista a Torino

Martedi 12 novembre ore 18,30 c/o libreria Belgravia via Vicoforte 14/d Torino Incontro con Yisroel Dovid Weiss, rabbino newyorchese, portavoce dell’associazione anti-sionista Neturei Karta (www.nkusa.org) L’iniziativa è promossa da Invictapalestina e Comitato di Solidarietà con il Popolo Palestinese di Torino.

Siria, il dramma degli sfollati

Siria, il dramma degli sfollati. Di Fabio Polese. Il conflitto siriano ha provocato oltre 110mila morti e più di due milioni di persone sono fuggite oltre i confini nazionali. I dati che ci vengono forniti parlano di 440mila profughi in Turchia, 155mila in Iraq, quasi 110mila in Egitto, 522mila in Giordania e oltre 800mila in Libano. Questi numeri comprendono solo le … Continua a leggere

L’occupazione israeliana approva la costruzione di un insediamento al posto di un villaggio palestinese

Qudsn.ps. Il sito Internet del giornale israeliano “Haaretz” riporta che, oggi, 10 novembre, in una seduta speciale tenutasi a Sidi Bou Keir, nel Negev, il governo israeliano ha stabilito la demolizione, nel Wadi al-Hairan, di un villaggio arabo, e la costruzione, al suo posto, di un insediamento ebraico. Ha riferito che il governo Netanyahu ha approvato, quest’oggi, la costruzione di due … Continua a leggere

Dopo la chiusura forzata della centrale elettrica di Gaza, peggiorano le condizioni umanitarie dei circa 1,7 milioni di abitanti nella Striscia di Gaza

Gaza – Pchr. Dopo la chiusura forzata della centrale elettrica di Gaza, peggiorano le condizioni umanitarie dei circa 1,7 milioni di abitanti nella Striscia di Gaza. Il Centro Palestinese per i Diritti Umani (PCHR) teme seriamente che le condizioni umanitarie della popolazione peggiorino con l’aggravarsi della crisi elettrica a Gaza. La mattina di venerdì 1° novembre 2013, la centrale elettrica … Continua a leggere

L’unità militare speciale che prosciuga le fonti della droga

Ma’an. La polizia israeliana ha costituito l’unità “Meghon”, o “Unità informativa dei confini del Naqab” (Negev), responsabile, lo scorso anno, dell’80 % delle attività di sequestro e contrasto al contrabbando di hashish, portate avanti in tutto il territorio israeliano, e del 56 % di quelle relative al contrabbando di eroina. Ottenendo l’arresto di sei gruppi dediti al contrabbando, l’unità ha conquistato … Continua a leggere

Libia minacciata dalla fame

Libia minacciata dalla fame. Fame incombente, incessanti faide, collasso economico e pericolo di disintegrazione del paese – è così che si presenta oggi la Libia dopo la “lezione di democrazia” impartita dai paesi occidentali. C’è una qualche probabilità di riportare la pace in questo paese e chi deve rispondere per le conseguenze gravissime della rivoluzione forzata dall’estero? A distanza di … Continua a leggere

Israele arresta 25 attivisti palestinesi per dei post su Facebook

Gerusalemme-Ma’an. Un gruppo in difesa dei diritti dei prigionieri ha denunciato l’arresto di 25 attivisti palestinesi di social media, avvenuto giovedì scorso a Gerusalemme Est, da parte della polizia israeliana. Nasser Qous, capo della sezione di Gerusalemme della Palestinian Prisoners Society, ha raccontato all’agenzia di stampa ufficiale Wafa che le forze israeliane hanno fatto irruzione in casa di 25 attivisti … Continua a leggere