Archivio del mese: novembre 2014

“Hijazi poteva uccidere Netanyahu”

Gerusalemme – PIC. Il canale 2 israeliano ha riportato venerdì, 31 ottobre, che Mu’taz Hijazi, l’uomo sospettato di tentato omicidio nei confronti del rabbino estremista Yehuda Glick, era in grado di uccidere il premier israeliano Benyamin Netanyahu e una serie di alti funzionari israeliani. Il servizio televisivo ha sottolineato che Hijazi è riuscito a nascondere ad un ristorante del Menachem … Continua a leggere

La legge del Far West israeliano contro i figli della Palestina

La legge del Far West israeliano contro i figli della Palestina

Di Angela Lano. Il regime di Tel Aviv imprigiona un adolescente di 17 anni perché, patriota, prende parte all’Intifada contro gli occupanti impostori. Lo tiene in carcere 11 anni, rinnovandogli la pena più volte, e lasciandolo in cella di isolamento. Ve lo immaginate, un ragazzo di 17 anni che passa anni in isolamento? Ebbene, ci sono migliaia di bambini e adolescenti … Continua a leggere

Non si può comprendere l’ISIS se non si conosce la storia del Wahhabismo in Arabia Saudita

Libano. ICH. Di Alastair Crooke. 2 settembre 2014. Il plateale arrivo del Da’ish (ISIS) sulla scena irachena ha scioccato molti occidentali. La sua violenza e la spiccata attrazione esercitata sui giovani sunniti hanno lasciato molti perplessi e atterriti. Oltre a ciò l’esitazione dell’Arabia Saudita nell’affrontare la sua manifestazione è preoccupante e inspiegabile, ci si chiede “i sauditi non hanno capito che l’ISIS … Continua a leggere

L’autopsia mostra che Hijazi è stato colpito 23 volte

L’autopsia mostra che Hijazi è stato colpito 23 volte

Gerusalemme. L’autopsia sul cadavere del giovane palestinese ucciso dalle forze israeliane, giovedì, mostra che è stato colpito in tutto il corpo 23 volte e che la sua morte è stata provocata da emorragie dal petto, dal collo, mani, gambe, polmoni e cuore. Ne ha dato notizia un avvocato del gruppo palestinese per i diritti dei Prigionieri, Addameer, L’avvocato, Mohammad Mahmoud, ha … Continua a leggere