Rapporto settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane dei diritti umani

PCHR – Palestinian centre for human rights

www.pchrgaza.org

___________________________________________________________________

Le forze di occupazione israeliane (IOF) continuano gli attacchi sistematici contro i civili e le proprietà palestinesi nel territorio occupato palestinese (OPT)

•     Le IOF usano la forza per disperdere le proteste pacifiche organizzate dai civili palestinesi in Cisgiordania. 

–     Un civile palestinese è rimasto ferito. 

–     Le IOF hanno arrestato 6 dimostranti, inclusi due fotoreporter e due difensori dei diritti umani israeliani.  

–     Dozzine di civili hanno subito danni da inalazione di gas lacrimogeni.

•     Le IOF hanno condotto 81 incursioni nelle comunità palestinesi in Cisgiordania e una limitata nel centro della Striscia di Gaza. 

–     Le IOF hanno arrestato 15 civili palestinesi, compresi 4 bambini e una donna.  

•     Le IOF hanno continuato ad attaccare i pescatori palestinesi nella Striscia di Gaza. 

–     Le IOF hanno arrestato due pescatori, compreso un bambino, e hanno confiscato la loro imbarcazione. 

•     Israele ha continuato ad imporre una chiusura totale sull’OPT e ha isolato la Striscia di Gaza dal mondo esterno. 

–     Le IOF hanno arrestato 3 civili palestinesi a svariati checkpoint in Cisgiordania. 

•     Le IOF hanno continuato le attività di insediamento in Cisgiordania e i coloni israeliani hanno proseguito gli attacchi ai civili palestinesi e alle loro proprietà. 

–     Le IOF hanno raso al suolo aree di terra nel villaggio di Qalandya vicino a Gerusalemme, al fine di costruire il muro di annessione. 

–     Le IOF hanno distrutto un’aia e due serbatoi di acqua a Hebron. 

–     Coloni israeliani hanno attaccato una scuola vicino a Nablus.

Riassunto

Le violazioni delle leggi internazionali e umanitarie da parte degli israeliani nei territori occupati sono continuate durante il periodo del 19 – 25 aprile 2012:

Sparatorie:

In Cisgiordania, le IOF hanno ferito un civile palestinese durante l’opera di dispersione di dimostranti pacifici organizzati in una protesta contro la costruzione del muro di annessione e le attività di insediamento in Cisgiordania. Dozzine di civili hanno anche subito danni da inalazione di gas lacrimogeni. Le IOF hanno inoltre arrestato 6 dimostranti, inclusi due fotoreporter e due difensori dei diritti umani israeliani.

Nella Striscia di Gaza le IOF hanno aperto il fuoco contro lavoratori palestinesi che raccoglievano scarti di materiali da costruzione nella Striscia di Gaza, ma non sono stati riportati morti.

Il 24 aprile 2012, le truppe navali israeliane hanno arrestato due pescatori palestinesi, compreso un bambino, e hanno confiscato la loro imbarcazione nel nord della Striscia di Gaza. I pescatori sono stati rilasciati in seguito, ma la barca è rimasta in custodia.

Incursioni:

Durante il periodo del report, le  IOF hanno condotto almeno 81 incursioni militari nelle comunità palestinesi in Cisgiordania. Durante queste incursioni, le IOF hanno arrestato 15 palestinesi, tra cui 4 bambini e una donna.

Nella Striscia di Gaza, le IOF hanno condotto un’incursione limitata nel nord della Striscia di Gaza, durante la quale hanno livellato aree di terreno palestinese che avevano raso al suolo in precedenza.

Il report completo è disponibile al link:

http://www.pchrgaza.org/portal/en/index.php?option=com_content&view=article&id=8368:weekly-report-on-israeli-human-rights-violations-in-the-occupied-palestinian-territory-19–25-april-2012&catid=84:weekly-2009&Itemid=183

—————————————-

Documento pubblico

Per ulteriori informazioni visitate il nostro sito (http://www.pchrgaza.org) o contattate l’ufficio del PCHR di Gaza City, Gaza Strip via email (pchr@pchrgaza.org) o telefonate allo (+972 (0)8 2824776 – 2825893).

*L’orario d’ufficio è dalle 08:00 alle 16:00  (05:00 GMT – 13:00 GMT) da domenica a giovedì.

 

Traduzione per InfoPal a cura di Barbara Tassone

tag:

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"