45 Palestinesi rapiti dalle forze israeliane

Cisgiordania-PIC e Quds Press. Decine di palestinesi sono stati rapiti dalle forze di occupazione israeliane (FOI), giovedì, durante una campagna di incursioni e sequestri che hanno colpito la Cisgiordania e Gerusalemme.

L’ex prigioniero Omar Saleh al-Barghouti, padre di Saleh al-Barghouti ucciso qualche ora prima dall’esercito israeliano, è stato rapito durante un’invasione israeliana nella sua casa di famiglia a Kober, a nord di Ramallah.

Il fratello di Saleh Assef e altri due membri della famiglia, insieme a tre palestinesi, sono stati rapiti nell’assalto.

L’ex prigioniero Faze’ Sawafta e altri due civili sono stati rapiti dall’IOF dalle loro case a Tubas.

Le forze di occupazione hanno rapito anche alcuni ex prigionieri della famiglia Buhkar dalle loro case nel campo di Askar al-Jadid, a est di Nablus.

Poche ore prima, durante un attacco anti-occupazione Ashraf Na’luwa è stato ucciso dall’esercito israeliano nella casa della famiglia Bushkar nel campo di Askar.

Diversi palestinesi sono stati inseguiti dall’esercito di occupazione nella città nord-orientale di Silvad, a Ramallah.

La campagna è culminata nel rapimento di 24 palestinesi dalla Gerusalemme occupata.

L’IOF ha saccheggiato le case dei civili.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"