54 mesi di prigione a un palestinese per il lancio di pietre

PIC. Il tribunale distrettuale israeliano di Gerusalemme ha condannato un giovane palestinese a quattro anni e mezzo di prigione per aver lanciato pietre contro i coloni israeliani.

Il comitato dei detenuti di Gerusalemme ha confermato in una dichiarazione che Mohammed al-Razem, 22 anni, dovrà affrontare una condanna a 54 mesi di prigione.

La corte israeliana ha inoltre imposto 10.000 NIS (2.725 dollari) di multa su al-Razem dopo che è stato condannato per aver lanciato pietre contro i coloni israeliani nella città vecchia di Gerusalemme.

Al-Razem è stato arrestato il 7 febbraio 2018 e attualmente è detenuto nel carcere di Ramon.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"