600 violazioni israeliane contro la stampa dall’inizio del 2016

-1647265078Gaza-PIC. Durante la conferenza stampa svoltasi domenica 18 dicembre, Salama Maarouf, direttore generale dell’ufficio media del governo di Gaza, ha chiesto di annullare l’adesione di Israele alla Federazione Internazionale dei Giornalisti.

Maarouf ha sottolineato che Israele ha compiuto più di 600 violazioni contro la stampa dall’inizio del 2016 in totale violazione delle leggi e delle norme internazionali.

Le 600 violazioni contro la stampa comprendono l’uccisione di 53 giornalisti palestinesi e l’arresto di altri 137, di cui 24 sono ancora detenuti nelle carcere israeliane.

Maarouf ha ricordato “gli eroici sacrifici compiuti dai giornalisti palestinesi per rivelare l’immagine minacciosa di Israele”.

Ha annunciato l’inizio della giornata di solidarietà per i giornalisti palestinesi , il 31 dicembre, che includerà varie attività in loro sostegno, e ha sottolineato che le attività continueranno per dieci giorni, con la collaborazione di diverse istituzioni.

Ha aggiunto che le attività inizieranno con il campionato di calcio e con la collaborazione di diverse istituzioni, tra cui il ministero dello Sport e Amwaj Media. La lega calcio ha organizzato all’interno del campionato una giornata dei giornalisti palestinesi il 21 e 22 dicembre.

Il governo palestinese di Gaza ha adottato la data del 31 dicembre di ogni anno per onorare i giornalisti palestinesi, in riconoscimento dei loro sacrifici.

Traduzione di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"