Una giovane donna e un ragazzo uccisi dai militari israeliani al check-point di Qalandiya

377628CRamallah-Quds Press e Ma’an. Mercoledì, le forze israeliane hanno sparato a due giovani palestinesi, uccidendoli, dopo un presunto tentativo di accoltellamento contro le forze di occupazione al check-point di Qalandiya, vicino a Ramallah.

La polizia israeliana ha dichiarato che due sospetti – una giovane donna, Maram Salih Hassan Abu Ismail, 24 anni, di Surik, madre di due bimbi, e un ragazzo- si sono avvicinati alla carreggiata che conduce al check-point e hanno camminato verso i militari – la donna teneva le mani nella borsa e l’uomo dietro alla schiena. Le forze israeliane hanno ordinato loro di fermarsi diverse volte e dopo che la donna ha lanciato un coltello, hanno aperto il fuoco uccidendola sul posto. L’altro giovane è morto da lì a poco.

Testimoni hanno raccontato che le forze di occupazione hanno sparato raffiche di proiettili – 15 contro la donna, che non aveva nulla in mano. In un video si sentono i testimoni sul posto gridare che il ragazzo si era avvicinato alla giovane dopo che era stata uccisa, e che è stato colpito a sua volta.

La Mezzaluna Rossa palestinese ha dichiarato che le forze di occupazione hanno negato al personale di soccorso di avvicinarsi alla giovane e al ragazzo.

Nessun Israeliano è rimasto ferito.

Il check-point di Qalandiya è il principale accesso per i Palestinesi per passare dalla Cisgiordania a Gerusalemme.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"