Israele condanna al carcere 700 minorenni ogni anno

-1391983283PIC. Un rapporto dell’organizzazione Human Rights Watch ha rivelato che migliaia di bambini sono imprigionati per mesi o anni nelle zone di confitti, e sono sovente sottoposti a torture.

L’organizzazione ha dichiarato che Israele persegue ogni anno tra i 500 e i 700 bambini palestinesi nei tribunali militari, per infrazioni presunte come il lancio di pietre contro soldati.

L’organizzazione si è rivolta alla comunità internazionale perché ponga fine alla detenzione dei bambini e perché vengano perseguiti i responsabili di maltrattamenti, torture e assassinio di minorenni in carcere.

In un rapporto, l’organizzazione ha denunciato l’aumento nel numero di bambini detenuti in sei regioni in conflitto: Siria, Iraq, Israele e i Territori palestinesi, Afghanistan, Nigeria e Repubblica democratica del Congo.

Il rapporto sottolinea che i bambini sono detenuti in luoghi di sicurezza per “presunte” accuse o per la parentela con persone presumibilmente legate al “terrorismo”.

Almeno 1433 minorenni sono imprigionati in Siria, dall’inizio del conflitto, nel 2011, compresa una bambina di meno di 8 anni, e un centinaio di loro è stato sottoposto a tortura.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"