Bilal Kayed è in sciopero della fame da 50 giorni

2016-6-18-bilal-kayed-activestills-EIIl detenuto palestinese Bilal Kayed è in sciopero della fame da 50 giorni.

A metà giugno avrebbe dovuto tornare a casa a Asira al-Shamaliya, in Cisgiordania, dopo aver passato quasi 15 anni nelle prigioni israeliane, e quando le autorità di occupazione gli rifiutarono il rilascio e lo misero in detenzione amministrativa, diede inizio allo sciopero della fame.

La sua protesta ha attirato un forte sostegno: circa 100 prigionieri palestinesi si sono uniti al suo sciopero della fame, in solidarietà.  Tra questi, Ahmad Saadat, segretario generale del Fronte popolare per la liberazione della Palestina -Pplp – che sta scontando 30 anni di prigione, e Mohammad Arman, leader di Hamas.

 

Questa settimana, Kayed ha diffuso una lettera dal suo letto di ospedale indirizzata al popolo palestinese.

Per approfondimenti, cliccare qui.

(Fonti: Imemc e Electronicintifada.net)

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"