9.000 richieste di partecipazione per la Freedom Flotilla 2

Bruxelles – Pal-Info. In un comunicato stampa pubblicato oggi, la European Campaign to end the siege on Gaza ha rivelato di essere stata sommersa dalle richieste di partecipazione alla Freedom Flotilla 2, oltre che dal numero di navi che si uniranno alla flotta.

La Campagna, una delle associazioni fondatrici della coalizione Freedom Flotilla, ha inoltre vantato di avere alcune sorprese in serbo per le autorità israeliane, tra cui il fatto che ben sette delle navi proverranno da Paesi europei.

I moduli ricevuti dai simpatizzanti di tutto il mondo ammontano a circa 9.000, sostiene l'organizzazione.

A Gaza, intanto, il parlamentare indipendente Jamal al-Khudari, presidente del Comitato popolare contro l'assedio, ha confermato oggi in un altro comunicato che Israele ha annunciato pubblicamente di voler “alleggerire” l'embargo. Nessun accenno è stato però fatto alla possibilità di rimuoverlo definitivamente.

Al-Khudari ha ricordato che, perché questo accada, andrebbero adottate una serie di misure, di cui le più importanti sarebbero da una parte l'apertura completa dei passaggi di confine al commercio e al flusso di merci, e dall'altra la fine della politica delle “liste ristrette”. Gaza, secondo il deputato, necessita di tutti i rifornimenti di cui è priva fin dall'istituzione dell'embargo, e cioè da circa quattro anni.

Israele, ha proseguito, mantiene ancora blindati tutte le entrate/uscite della frontiera con la Striscia, eccetto Kerem Abu Salem, che può però solo ammettere volumi di merci limitati, in quantità insufficiente rispetto ai bisogni della regione. Questo dimostra quindi che il tanto sbandierato “alleggerimento” dell'embargo è in realtà un tentativo di alleggerire le pressioni internazionali.

Il deputato ha inoltre confermato che sono in corso i preparativi per le nuove navi da inviare nella Striscia di Gaza, assicurando che le date delle partenze saranno presto annunciate.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"