A maggio Israele ha ucciso 36 Palestinesi

PIC. Il Centro al-Quds per gli studi palestinesi e israeliani ha affermato che l’esercito di occupazione israeliano ha ucciso 36 palestinesi nel maggio 2019 nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania.

Il Centro al-Quds ha spiegato che 34 palestinesi sono stati uccisi nella Striscia di Gaza – 6 nella Grande Marcia del Ritorno, 3 dei quali erano bambini – e 28 nell’ultima offensiva militare contro l’enclave.

Nel frattempo, due giovani palestinesi sono stati uccisi in Cisgiordania. Uno è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco durante un attacco anti-occupazione e l’altro mentre cercava di raggiungere Gerusalemme per pregare nella moschea di al-Aqsa l’ultimo venerdì del Ramadan.

Sulla base delle statistiche del Centro al-Quds, il numero di palestinesi uccisi da Israele da quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha riconosciuto Gerusalemme come capitale di Israele nel dicembre 2017 ha raggiunto i 448.

Tra le vittime ci sono 98 minorenni, 18 donne, 3 bambini non ancora nati e 6 persone con bisogni speciali.

Il Centro al-Quds ha aggiunto che 10 palestinesi sono morti dopo la detenzione da parte delle forze israeliane durante lo stesso periodo, aumentando a 220 il numero di palestinesi deceduti dal 1967 mentre si trovavano in custodia israeliana.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"