Accordi segreti tra Israele e Siria?

 

Damasco, 16 gen. (Adnkronos) – Damasco ha smentito come ”completamente
falsa” la notizia pubblicata oggi dal quotidiano israeliano Haaretz,
sull’esistenza di contatti segreti fra Israele e Siria che avrebbero
portato ad un’intesa su un possibile accordo di pace. ”Non vi e’ stato
nessun negoziato, l’articolo di Haaretz e’ completamente falso”,
ha
affermato un funzionario del ministero degli Esteri siriano
.


Da www.ansa.it


"RAGGIUNTE INTESE SEGRETE
FRA ISRAELE E SIRIA”

TEL AVIV – Una serie di intese segrete riguardo un ritiro
totale di Israele dalle alture del Golan nel contesto di un trattato di pace,
sono state raggiunte nel corso di contatti informali protrattisi fra il 2004 e
l’estate del 2006, quando gia’ infuriava la guerra in Libano. Lo sostiene il
quotidiano Haaretz secondo cui il contenuto di questi contatti fu costantemente
inoltrato ai dirigenti delle rispettive parti.
Haaretz fornisce una
descrizione molto dettagliata dello sviluppo dei colloqui. Precisa che il
modello discusso prevede la trasformazione delle alture del Golan in un grande
parco, dove anche in futuro sarebbe garantito l’accesso ai cittadini israeliani.
Israele e Siria smilitarizzerebbero le zone rispettive di confine con un
rapporto di 4 a 1 a favore di Israele.
Israele potrebbe continuare a
beneficiare delle risorse idriche della zona. La Siria, aggiunge Haaretz,
cesserebbe inoltre di fornire aiuti militari agli Hezbollah libanesi e
chiuderebbe gli uffici di Hamas a Damasco.
La pubblicazione di queste
informazioni ha subito scatenato una tempesta politica in Israele. Dov
Weisglass, un consigliere di Ariel Sharon, ha negato che il contenuto di quei
colloqui (tenuti dall’ex diplomatico israeliano Allon Liel e dal cittadino
siro-americano Ibrahim Suleiman, un amico della famiglia Assad) abbia raggiunto
l’allora premier israeliano. Anche l’ufficio di Ehud Olmert ha emesso una
analoga smentita. Ma in parlamento le notizie divulgate da Haaretz hanno
elettrizzato alcuni esponenti di sinistra.
Uno di questi, il leader del
partito Meretz Yossi Beilin ha affermato che ”e’ adesso preciso dovere di
Olmert di convocare Liel e verificare con lui se sia possibile rilanciare
trattative di pace con la Siria”.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"