Adolescente palestinese ferita condannata a otto anni di prigione

1316421347Gerusalemme-PIC. Mercoledì un magistrato israeliano ha condannato un’adolescente gerosolimitana ferita a otto anni e mezzo di prigione, oltre a una multa di 10mila shekel, per un presunto “attacco dei coltelli”.

La 18enne Marah Bakir è stata arrestata nell’ottobre del 2015, dopo essere stata ferita dal fuoco israeliano, poco dopo l’uscita da scuola, nel quartiere di Sheikh Jarrah, nella Gerusalemme occupata.

La polizia israeliana ha dichiarato che la ragazza era in possesso di un coltello e intendeva pugnalare un agente, ma la madre nega fermamente la versione israeliana.

Traduzione di F.G.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"