Al Mezan: Israele proibisce la pesca nell’85% dell’area degli accordi di Oslo

Gaza-IMEMC. Le forze d’occupazione israeliane continuano ad imporre un soffocante embargo marittimo sulla Striscia di Gaza, che ostacola le attività palestinesi, in particolare per i pescatori le cui attività di pesca sono limitate ad un’area compresa tra tre e sei miglia nautiche al largo della Striscia di Gaza, a seconda delle decisioni oscillanti israeliane, secondo quanto affermato da un rapporto del Centro per i diritti umani al Mezan.

I pescatori palestinesi soffrono a causa della zona di pesca in costante diminuzione dall’ottobre 2000, quando è stato proibito loro di raggiungere il limite di 20 miglia nautiche – concordato nel 1993 negli accordi di Oslo, tra Israele e l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina.

Le autorità israeliane avevano imposto un nuovo limite di 12 miglia nautiche, per poi abbassarlo a sei e dopo a tre miglia.

Tuttavia, le autorità israeliane continuano a prendere di mira i pescatori palestinesi e ostacolano le loro attività, anche all’interno della zona di pesca imposta da Israele.

Le autorità israeliane stanno praticamente proibendo ai pescatori di entrare nell’85% della zona di pesca concessa dagli accordi di Oslo e dai successivi accordi.

Inoltre, la marina militare apre regolarmente il fuoco contro i pescatori, costringendoli a spogliarsi e a nuotare in acque fredde, per poi arrestarli e distruggere o confiscare le loro barche e attrezzature.

Inoltre, secondo quanto riferito da al Ray, l’esercito usa dei cannoni d’acqua per danneggiare e  affondare le piccole barche da pesca che vengono lasciate incustodite di notte, in mare, per catturare i pesci.

Queste violazioni si verificano, nella maggior parte dei casi, all’interno della zona di pesca permessa.

A causa di tali pratiche, i pescatori palestinesi sono diventati una delle più povere
comunità nella società, e ciò interferisce anche nelle altre industrie che dipendono dalla pesca, come la costruzione di barche, attrezzature e con il commercio ittico.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"