Al-Rishq: chi rifiuta il dialogo con Hamas ha tutto da perdere

Beirut-Quds Press. Un leader di spicco di Hamas ha respinto le dichiarazioni di Victoria Nuland, portavoce del Dipartimento di Stato Usa, in cui ha affermato che “Washington non accetterà alcun dialogo con Hamas, fino a quando quest’ultimo non si impegna a rispettare le richieste del Quartetto internazionale, ripudiando il terrorismo e riconoscendo Israele e gli accordi firmati con esso”.

In un comunicato stampa diramato venerdì 5 aprile, ‘Izzat al-Rishq ha affermato che le dichiarazioni di Nuland “che fanno parte dell’ingiusta politica dell’amministrazione Usa, schierata con il nemico sionista”, sono da respingere categoricamente.

Ha aggiunto che coloro che rifiutano il dialogo con Hamas hanno tutto da perdere, e che il suo movimento “non è intenzionato ad elemosinare dialogo e legittimità, né dagli Usa né da altri. Esso trae la propria legittimità dal popolo e dalla nazione, dall’attaccamento ai diritti, alle costanti nazionali, alla terra e ai luoghi santi. La legittimità di Hamas deriva dalle proprie armi, dalla sua lotta per la libertà e l’indipendenza”.

Al-Rishq ha anche ribadito il rifiuto categorico del suo movimento di riconoscere lo Stato ebraico, o legittimare l’occupazione dei territori palestinesi, sottolineando che la resistenza “non è terrorismo, ma è una lotta legittima in linea con le norme, le leggi internazionali e i dettami di tutte le religioni.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"