Anche dall’Egitto minacce alla flotilla.

Il Cairo – Palestine-info. Fonti diplomatiche egiziane hanno riferito che il ministero degli Esteri non ha ancora deciso se permettere o no alla Freedom Flotilla di sbarcare a Gaza passando dalle acque territoriali egiziane, nel caso Israele sbarrasse la strada in mare aperto.

Secondo le fonti, un pretesto per vietare il passaggio potrebbe essere fornito dal fatto che la Flotta non ha raggiunto nessun accordo in anticipo con le autorità egiziane.

La notizia ha suscitato la disapprovazione di Mohammed al-Beltaji, uno dei due deputati del movimento dei Fratelli musulmani che parteciperanno alla spedizione. Secondo il parlamentare, né gli arabi né gli egiziani dovrebbero starsene con le mani in mano mentre gli europei arrivano da Paesi ben più lontani per soccorrere Gaza.

Intanto, il governo dell'Autorità Nazionale Palestinese (Anp) a Gaza ha proibito ai pescatori palestinesi di addentrarsi nelle acque egiziane, in seguito all'arresto di cinque di loro da parte della polizia marittima.

Uno dei funzionari dell'Anp, rimasto anonimo, ha anche ricordato al Pic un episodio accaduto nel corso di questo mese, nel quale un'imbarcazione della guardia costiera egiziana ha cozzato intenzionalmente contro un piccolo peschereccio palestinese, uccidendone il proprietario.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"