ANP accusata di interrompere rifornimento di medicinali verso Gaza

Gaza-MEMO. L’Autorità Palestinese (ANP) ha smesso di inviare medicinali verso la Striscia di Gaza, ha affermato martedì il ministero della Sanità a Gaza, rilevando che ciò ha causato gravi problemi sanitari, secondo quanto riferito da al-Wattan Voice.

Il direttore generale delle farmacie del ministero della Sanità, Munir Al-Borsh, ha dichiarato: “Il ministero di Gaza non ha ricevuto alcun medicinale da Ramallah [ANP] dall’inizio di quest’anno”, facendo notare che il 48% dei medicinali a Gaza si è esaurito.

Ha anche affermato che 249 medicinali di base e 79 tipi di forniture mediche correlate al trattamento del cancro e delle malattie del sangue non sono più disponibili, e ciò “mette a rischio il trattamento dei pazienti”.

Tuttavia, il portavoce del ministero della Sanità a Ramallah, Osama al-Najjar, ha negato che fosse stata presa la decisione di interrompere l’invio di medicinali a Gaza.

“A causa degli enormi debiti verso le industrie farmaceutiche, queste hanno sospeso le forniture di medicinali al ministero, causando una crisi sia in Cisgiordania che nella Striscia di Gaza”, ha affermato.

Traduzione di F.H.L.

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"