Arrestati otto palestinesi della stessa famiglia in Negev

Negev-PIC. Mercoledì, le forze di polizia israeliane hanno arrestato otto palestinesi della famiglia al-Atayqa nel Negev, a sud di Israele.

Fonti palestinesi hanno affermato che gli otto palestinesi sono stati arrestati per aver rifiutato di abbandonare le loro case nella città di Rahat destinata all’espansione delle colonie.

Lo scorso novembre, le forze israeliane hanno invaso la città di Rahat e hanno demolito una casa ed un’officina appartenenti alla stessa famiglia, con il pretesto che erano state costruite senza permesso.

Poche settimane dopo, la polizia israeliana ha anche demolito diversi edifici appartenenti alla stessa famiglia e ha arrestato alcuni dei suoi membri, tra cui un dipendente nel comune di Rahat.

Israele ha in progetto di costruire diverse nuove comunità ebraiche dopo aver espulso migliaia di cittadini palestinesi dai villaggi beduini.

Un nuovo rapporto ha rivelato che 2752 strutture sono state demolite nelle comunità palestinesi beduine del Negev negli ultimi tre anni, politica che fa parte di ciò che gli attivisti per i diritti umani hanno descritto come una “campagna continua e congiunta” di sfollamento da parte delle autorità israeliane.

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"