Arresti di sostenitori di Hamas in Cisgiordania, tra cui due fratelli di un 'ricercato speciale'

Ramallah – Infopal. Hamas accusa l'Anp di aver arrestato cinque suoi sostenitori in Cisgiordania, tra cui uno degli “allontanati di Marj az-Zuhur”, lo shaykh Raghib Badr.

“La campagna d'arresti interessa le province di Nablus, Jenin e al-Khalil (Hebron).

Sono stati arrestati dall'Anp l'ex prigioniero Faris Jarrar, di al-Jadida, dopo che è era stato convocato per un interrogatorio: egli lavora come analista ed esperto di questioni israeliane ed è uno dei più eminenti leader del movimento degli ex detenuti.

Arrestato nel 1993, con l'accusa di aver ucciso un militare israeliano, Faris Jarrar ha trascorso sedici anni in prigione, senza vedere per anni alcun familiare.

Gli apparati di sicurezza dell'Anp hanno arrestato inoltre uno degli “allontanati di Marj az-Zuhur”, lo sheykh Raghib Badr, anch'egli ex prigioniero sia dell'Anp che di Israele, dopo una perquisizione nella sua casa di Talluza, a nord di Ramallah.

Nella provincia di al-Khalil (Hebron), Hamas rene noto che sono stati arrestati dall'Anp Baha' e Muhammad al-Hurub, due fratelli del “ricercato” Munir al-Hurub, della cittadina di Dura: quest'ultimo è considerato uno dei più importanti “ricercati” sia dall'Anp che da Israele.  Egli venne dichiarato “ricercato” dagli occupanti israeliani nel 1995, fino al suo arresto nel 1998. Dopo due anni di carcere, riuscì ad evadere nel 2000, pertanto adesso è “ricercato” da dieci anni.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"