Arresti e repressioni a Qalqiliya

-1055368288Qalqilya˗PIC. Martedì all’alba le forze israeliane hanno invaso la provincia di Qalqilya, a nord della Cisgiordania, e hanno inondato le case palestinesi di gas lacrimogeni.

Un corrispondente di PIC, presente sulla scena, ha riportato che le truppe israeliane, pesantemente armate, hanno preso d’assalto il quartiere di Kafr Saba e hanno bersagliato le case civili vicine alla moschea di Abu Ubaida con lanci casuali di gas lacrimogeni.

A quanto riferito, i manifestanti anti-occupazione palestinesi hanno risposto all’attacco lanciando pietre contro le pattuglie israeliane.

I soldati d’occupazione hanno inoltre fatto irruzione in un appartamento dell’area e hanno rapito il 23enne Ahmad al-Barsh, dopo aver devastato la casa della sua famiglia.

Il giovane è stato portato verso una destinazione sconosciuta.

Recentemente l’esercito d’occupazione ha intensificato i rapimenti e le repressioni arbitrarie contro i civili palestinesi, come parte di una tattica di punizione collettiva che punta a sedare l’attivismo anti-occupazione.

Traduzione di F.G.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"