Assalto ad al-Aqsa, Dahlan a Israele: può scoppiare una terza Intifada.


Ramallah – Infopal. Ieri, Mohammad Dahlan, membro del Comitato centrale di Fatah, ha messo in guardia sullo scoppio di una terza Intifada del popolo palestinese “come risposta alle provocazioni israeliane verso i sentimenti dei musulmani e la copertura fornita dalle autorità di occupazione israeliane alle aggressioni gruppi di ebrei ai fedeli in preghiera alla moschea al-Aqsa”.

Dahlan ha dichiarato che “la violazione della santità della moschea al-Aqsa rappresenta un superamento della 'linea rossa', inaccettabile per il popolo palestinese e la sua dirigenza”, e ha accusato il governo israeliano della piena responsabilità per le conseguenze di queste gravi azioni compiute da gruppi ebraici a Gerusalemme.

Egli ha anche ricordato le tensioni e la rabbia dei musulmani in seguito alla visita di Ariel Sharon alla moschea al-Aqsa.

Di conseguenza, il membro del Comitato centrale del movimento Fatah ha invitato tutti i partiti palestinesi a risolvere i propri problemi interni e a presentarsi come un’unica forza che sostenga la questione palestinese contro l’ebraizzazione di Gerusalemme, sottolineando la necessità di porre fine alle divisioni, trovando una risposta alle minacce all'unità nazionale.

Infine Dahlan ha rivolto un saluto al popolo palestinese, alla sua dirigenza, alle sue fazioni e alle istituzioni riunitesi per sostenere la Moschea al-Aqsa, invitando ad intensificare gli sforzi per dimostrare ad Israele e a tutto il mondo che il popolo palestinese è unito quando i suoi luoghi sacri vengono profanati e le proprie credenze vengono minacciate.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"