ASSEDIO AL GHETTO DI GAZA

Appello degli ebrei Inglesi per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele 

Il testo che segue è stato pubblicato come lettera sul Guardian del 10 gennaio 2009 ed è visibile sul sito della Monthly Review http://mrzine.monthlyreview.org/

Noi firmatari siamo tutti di origine ebraica. Quando abbiamo visto la morte e i corpi insanguinati dei bambini, il taglio dell’acqua, dell’elettricità e del cibo, ci è tornato in mente l’assedio del ghetto di Varsavia. Quando Dov Weisglass, consigliere del primo ministro israeliano Ehud Olmert, ha parlato di mettere gli abitanti di Gaza “a dieta” e il viceministro della Difesa, Matan Vilnai, ha detto che i Palestinesi avrebbero sperimentato “una Shoah più grande”, ci hanno ricordato il governatore generale Hans Frank nella Polonia occupata dai nazisti, che parlava di “morte per fame”.

La vera ragione dell’attacco a Gaza è che la volontà di Israele è quella di accordarsi solo con i quisling palestinesi. Il maggior crimine di Hamas non è il terrorismo ma il suo rifiuto di accettare di diventare una pedina nelle mani del regime di occupazione israeliana in Palestina.

La decisione del mese scorso del Consiglio dell’Unione Europea di incrementare le relazioni con Israele, senza alcuna condizione specifica sui diritti umani, ha ulteriormente incoraggiato l’aggressione israeliana. Il tempo per pacificare Israele è passato da molto. Come primo passo, la Gran Bretagna deve ritirare il suo ambasciatore da Israele e, come con l’apartheid in Sud Africa, impegnarsi in un programma di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni.

Ben Birnberg, Prof Haim Bresheeth, Deborah Fink, Bella Freud, Tony Greenstein, Abe Hayeem, Prof Adah Kay, Yehudit Keshet, Dr Les Levidow, Prof Yosefa Loshitzky, Prof Moshe Machover, Miriam Margolyes, Prof Jonathan Rosenhead, Seymour Alexander, Martin Birnstingl, Ruth Clark, Judith Cravitz, Mike Cushman, Angela Dale, Merav Devere, Greg Dropkin, Angela Eden, Sarah Ferner, Alf Filer, Mark Findlay, Sylvia Finzi, Tessa van Gelderen, Claire Glasman, Ruth Hall, Adrian Hart, Alain Hertzmann, Rosamene Hayeem, Anna Hellmann, Selma James, Riva Joffe, Yael Kahn, Michael Kalmanovitz, Ros Kane, Mark Krantz, Bernice Laschinger, Pam Laurance, Beryl Maizels, Helen Marks, Martine Miel, Diana Neslen, O Neumann, Susan Pashkoff, Hon. Juliet Peston, Renate Prince, Roland Rance, Sheila Robin, Ossi Ron, Manfred Ropschitz, John Rose, Leon Rosselson, Michael Sackin, Ian Saville, Amanda Sebestyen, Sam Semoff, Prof. Ludi Simpson, Viv Stein, Inbar Tamari, Ruth Tenne, Norman Traub, Eve Turner, Tirza Waisel, Karl Walinets, Renee Walinets, Stanley Walinets, Philip Ward, Naomi Wimborne-Idrissi, Ruth Williams, Jay Woolrich, Ben Young, Myk Zeitlin, Androulla Zucker, John Zucker

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"