Attivisti creano campagna per salvare prigionieri dal Coronavirus

Ramallah – PIC. Attivisti palestinesi e arabi hanno lanciato una campagna mediatica per salvare i prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane dal pericolo del coronavirus.

La campagna, iniziata sabato, utilizzerà le stazioni radio locali e Twitter per fornire supporto ai prigionieri palestinesi, oltre a chiedere il loro rilascio per proteggerli da una potenziale diffusione di Coronavirus.

Gli attivisti hanno affermato che la loro campagna ha lo scopo di attirare l’attenzione del mondo sulla negligenza di Israele sulle condizioni di salute dei prigionieri e di esporre le azioni del governo israeliano che potrebbero portare ad una epidemia tra i prigionieri.

Gli attivisti intendono inoltre inviare lettere alle istituzioni per i diritti umani, ai governi, ai parlamenti e ai partiti politici di tutto il mondo per chiedere che lavorino affinché i prigionieri palestinesi vengano rilasciati – in particolare malati, anziani, bambini e donne – inviando anche periodicamente commissioni mediche nelle carceri e migliorando le condizioni di detenzione.

62 istituzioni ufficiali e private di tutto il mondo, tra cui società, sindacati e media, hanno partecipato alla campagna.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"