Bahar telefona alla famiglia di Ahed Tamimi, lodandone la fermezza

PIC. Ahmed Bahar, primo vice-presidente del Consiglio legislativo palestinese (PLC), ha lodato Ahed al-Tamimi, la ragazzina palestinese detenuta da Israele, e i suoi familiari per la loro fermezza e il loro grande ruolo nel resistere all’occupazione israeliana in Cisgiordania.

Durante una conversazione telefonica con lo zio di Tamimi, Bahar ha valutato la lotta popolare palestinese contro l’occupazione in tutte le aree della Cisgiordania e ha sottolineato la necessità di continuare l’intifada (rivolta) in tutta la Palestina.

In generale, Bahar ha chiesto, in un comunicato stampa, alla comunità internazionale di proteggere le famiglie dei prigionieri palestinesi dalle pratiche aggressive di Israele.

Ha condannato l’atto di bullismo del parlamentare del Likud, Oren Hazan, lunedì, contro i parenti dei detenuti che si trovavano a bordo di un autobus della Croce Rossa, come “grave incidente e violazione”, affermando che la questione dei detenuti rimarrà all’ordine del giorno del PLC.

tag: ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"