Bambino gerosolimitano gravemente ferito dalle forze israeliane

PIC e Quds Press. Sabato, durate proteste a Gerusalemme e in Cisgiordania, un bambino palestinese è stato ferito e diversi cittadini sono stati arrestati dalle forze di occupazione israeliane (IOF).

Fonti locali hanno riferito che a al-Isawiya, a nord-est della città di Gerusalemme, un bambino, identificato come Malek Essa, è stato colpito dalle IOF con proiettili di metallo rivestiti di gomma ed è stato gravemente ferito e trasferito al Hadassah Medical Center.

Ad al-Khalil/Hebron, le IOF hanno arrestato quattro ragazzi palestinesi nel campo profughi di al-Arrub e nella città di Dura: Mohammed Ewreidat, 25 anni, Nader Banat, 20 anni, Baraa Hadib, 15 anni e Ahmad Hadib, 14 anni.

Violenti scontri sono scoppiati a Nabi Saleh, a ovest della città di Ramallah, tra soldati e giovani palestinesi.

Le IOF hanno sparato lacrimogeni e proiettili di metallo rivestiti di gomma contro giovani palestinesi che hanno risposto lanciando pietre e bottiglie vuote.

Nella vicina Deir Nizam, i residenti palestinesi hanno manifestato all’ingresso della cittadina e rimosso il cancello di metallo e i blocchi di cemento installati dalle IOF cinque giorni fa per ostacolare il movimento.

Successivamente i residenti si sono scontrati con i soldati che li hanno attaccati con munizioni letali e lacrimogeni.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"