Biografie ministri del governo palestinese.

 

Dal nostro corrispondente.

20 marzo

2- Mahmud Zahar: ministro degli Esteri, Gaza

nato a Gaza il 1952.

Padre palestinese e madre egiziana.

Ha vissuto un periodo della prima infanzia in Egitto, a Ismailiya.

Sposato con la signora Samiha Al-Agha (di Khan Yuonis), ha sette figli – 4 maschi e 3 femmine.

E’ laureato in Medicina dall’Università di ‘ Ain-Shams / Cairo nel 1971.

Ha terminato il master di Chirurgia nel 1976.

 

 

Vita lavorativa:

ha fatto il medico negli ospedali di Gaza e Khan Younis, fino al suo licenziamento per le sue posizioni politiche.

 

 

I passaggi più importante della sua vita:

         è stato arrestato dagli israeliani per sei mesi, quando il movimento Hamas, nel 1988, ha subito un grande colpo appena sei mesi dopo la nascita.

         Era tra coloro che sono stati allontanati a Marj Az-Zuhur/Libano, nel 1992, dove è rimasto per un anno.

         Arrestato da parte dell’ANP nel 1996 durante la famosa operazione contro il movimento di Hamas e i suoi membri. In questa operazione, l’ANP torturò il dott. Zahar, che fu poi ricoverato in ospedale.

         Direttore del centro studi e ricerche An-Nur, nella striscia di Gaza.

 

 

I suoi scritti: racconti, politici e letterari:

         i problemi della nostra società moderna – studi dal Corano.

          Nessuno posto sotto il sole – in risposta al libro di Nethanyahu.

         Il discorso  politico islamico.

         Sul marciapiede – racconto.

 

 

Ha subito un attentato la mattina del 10 Settembre 2003, quando un F16 ha sganciato una bomba sulla sua casa, nel quartiere Ar-Rimal, a Gaza. Sono morti suo figlio maggiore, Khaled, e il collaboratore Shehda Yousef Ad-Deri; sua moglie e sua figlia sono state ferite e la casa distrutta.

 

 

È stato eletto nelle ultime elezione come rappresentante di Hamas nella lista de "Il cambiamento e il risanamento".

 

 

 

3- Said Syam: ministro degli Interni e degli Affari civili, Gaza

 

 

Nato nel campo profughi Al-Shati, a Gaza, il 22/07/1959.

Città d’origine: Al-Jorah / Ashkalon.

Attualmente abita nel quartiere Al-Shaikh Radwan – Gaza.

Sposato, padre di sei figli (due maschi e quattro femmine).

 

 

Studi:

 

laureato nel 1980 a Ramallah, dove ha studiato Scienze e Matematica e ha completato gli studi islamici all’Università di Gerusalemme, nel 2000.

 

Occupazioni:

 

ha insegnato nelle scuole dell’UNRWA a Gaza, dal 1980 fino al 2003 ha lasciato il lavoro a causa delle pressione subite per la sua appartenenza politica.

Cariche sindacali e politiche:

         membro dell’Unione degli studenti a Dar Al-Mu’alimin a Ramallah nel 1980.

         Membro dell’Unione dei lavoratori arabi all’UNRWA; presidente del Comitato degli insegnanti di Gaza per sette anni consecutivi.

         Membro fondatore del Centro di ricerca "Il Futuro" insieme all’ing. Ismail Abu Shanab, ucciso dagli israeliani.

 

         Membro del direttivo dell’Università Islamica di Gaza.

         Rappresentante del movimento Hamas nel comitato superiore delle forze nazionaliste e islamiche.

         Membro del direttivo politico del movimento islamico Hamas nella Striscia di Gaza.

         Responsabile dei rapporti con l’esterno del movimento.

 

 

Arresti e allontanamenti:

 

         E’ stato arrestato quattro volte (arresto amministrativo) negli anni (1989-1990-1991-1992).

         Espulso a Marj Al-Zuhur nel sud del Libano per un anno.

         Arrestato dai servizi di sicurezza militari palestinesi nel 1995, per la sua appartenenza politica.

 

 

Il lavoro religioso e sociale:

         ha lavorato gratuitamente come imam e oratore nella moschea Al-Yarmuq di Gaza, e come oratore in diverse moschee di Gaza.

         Ha partecipato ai comitati formati da shaykh Yassin, poi ucciso dagli israeliani, dall’inizio della prima Intifada per risolvere i problemi della gente.

È stato eletto alle ultime elezione nella liste di Hamas a Gaza: è stato quello che ha ottenuto più voti in tutti i Territori occupati.

 

 

4- Omar Abdel Razik, ministro del Tesoro,  Selfit

Professore di economia all’Università al-Najah, ed è ricercatore all’Istituto economico di Ramallah.

Nato a Salfit nel 1958, è cresciuto in campagna. Ha completato gli studi scolastici nelle scuole di Salfit, ha ottenuto il dottorato di ricerca nel 1986, presso l’università dello Iowa, negli Stati Uniti. La sua specializzazione principale è in economia sportiva, la secondaria è in economia mondiale.

Ha vinto diversi premi – come quello di Abdel-hamid Shoman per i giovani scienziati arabi studiosi di Scienze Sociali, nel 1991 e molti altri.

È stato arrestato due volte: nel 1997, ha passato quattro mesi di carcere amministrativo nella prigione di Magiddo ed è stato arrestato il 13 dicembre scorso e rilasciato tre giorni fa.

 

 

 

 

5 -Naif Ar- Rajub: ministro degli Affari religiosi, Khalil

 

capo politico e predicatore noto a Khalil; ha scritto diversi libri, è imam ed oratore, e uomo di spicco del risanamento. Dai suoi scritti: "Immaginazione nel Isr’a wal-Mi

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"