Boicottaggio del film Wonder Woman

A cura di Marco Da Ros-BDS Torino.

La Campagna di boicottaggio dei sostenitori di Israele in Libano (Campaign to Boycott Supporters of Israel – Lebanon, www.boycottcampaign.org) ha lanciato il boicottaggio del film statunitense Wonder Woman, che ha per protagonista la modella israeliana e sionista Gal Gadot.
L’appello è stato raccolto dalle istituzioni libanesi, in particolare dal ministro dell’Economia Raed Koury.
Probabilmente nel Paese dei Cedri il film non verrà proiettato, e se lo sarà sarà solo per pochi giorni e tra le proteste della popolazione.
Gal Gadot, nel 2014, durante l’operazione Margine Protettivo contro la Striscia di Gaza, aveva scritto su facebook un messaggio per sostenere le operazioni dell’esercito israeliano: «Il mio amore e le mie preghiere vanno ai ragazzi e alle ragazze che stanno rischiando la vita per proteggere la nazione dagli attacchi orrendi di Hamas, i cui miliziani si nascondono come vigliacchi dietro a donne e bambini».
 
In Italia Wonder Woman esce il 1° giugno.
Gal Gadot sostiene l’apartheid, altro che meravigliosa!
Boycott Wonder Woman!

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"