Archivio Categoria: Genocidio, apartheid e pulizia etnica

Terreni della Chiesa armena sottratti da Israele

Terreni della Chiesa armena sottratti da Israele

Betlemme-PIC. Le autorità di occupazione hanno deciso di sottrarre un vasto appezzamento di terreni appartenenti alla Chiesa Armena, a al-Walaja, a nord-est di Betlemme, e di usarlo come parco “nazionale” per i coloni ebrei. Membri della comunità armena hanno affermato che le autorità israeliane per la Natura e i Parchi hanno iniziato a prendere controllo dell’area, che è di circa … Continua a leggere

Gerusalemme, notifica di demolizione per diverse case palestinesi

Gerusalemme, notifica di demolizione per diverse case palestinesi

PIC. Venerdì pomeriggio, le autorità di occupazione israeliane hanno minacciato di demolizione diverse abitazioni palestinesi vicino alla moschea al-Aqsa, a Gerusalemme. Il personale della municipalità israeliana di Gerusalemme, scortato da pattuglie dell’esercito, ha notificato la demolizione di diverse case palestinesi nella cittadina di Silwan. Le notifiche prendono di mira il quartiere al-Bustan, i cui residenti sono sotto minaccia permanente di veder demolite … Continua a leggere

Israele proibisce gli annunci in arabo a bordo degli autobus nella città di Beersheba

Israele proibisce gli annunci in arabo a bordo degli autobus nella città di Beersheba

Nazareth-PIC. Con un’altra mossa razzista, le autorità israeliane della città di Beersheba hanno prontamente deciso di mettere a tacere il sistema pubblico informativo in lingua araba sugli autobus che circolano in città. Per volontà del sindaco di Beersheba, Ruvik Danilovich, il ministro israeliano dei Trasporti ha incaricato la Dan Bus Company di rimuovere la voce in arabo dagli annunci effettuati … Continua a leggere

Pulizia etnica: il Negev è teatro di un’aspra battaglia

Pulizia etnica: il Negev è teatro di un’aspra battaglia

Palestine Chronicle. “Utilizzando come pretesto lo sviluppo, le autorità di occupazione israeliane hanno lavorato per anni per cacciare gli arabi residenti dai villaggi e dai quartieri del Deserto del Negev”, viene riportato sul sito Arab48.com. “Dall’inizio dell’occupazione israeliana della Palestina, avvenuta nel 1948, tutti gli indigeni palestinesi che sono riusciti a rimanere nelle loro case sono stati denominati arabo-israeliani. I … Continua a leggere

I nomi storici di Gerusalemme saranno sostituiti da quelli israeliani

I nomi storici di Gerusalemme saranno sostituiti da quelli israeliani

Gerusalemme-Imemc. Il governo israeliano intende cambiare i nomi storici dell’area di Gerusalemme con quelli israeliani. Ne ha riferito il sito del Canale 7 israeliano. Secondo il sito, il governo cambierà il nome della Porta di Damasco, una delle più antiche porte di Gerusalemme, in “Piazza degli Eroi”, in onore dei coloni e dei soldati israeliani. Al Ray ha riportato che … Continua a leggere

Aumento esponenziale delle demolizioni di abitazioni e strutture palestinesi a Gerusalemme e Cisgiordania

Aumento esponenziale delle demolizioni di abitazioni e strutture palestinesi a Gerusalemme e Cisgiordania

Gerusalemme-(Ma’an). Martedì mattina, le autorità israeliane hanno demolito tre strutture agricole a Silwan e Jabal al-Mukabbir, nel distretto di Gerusalemme. Alaa Shweiki, un residente di al-Thuri, un’area di Silwan, ha raccontato a Ma’an che la polizia israeliana e gli ispettori della municipalità di Gerusalemme hanno invaso l’area intorno alla sua abitazione con dei bulldozer. I bulldozer hanno demolito una struttura … Continua a leggere

Ministro israeliano vuole legalizzare avamposti coloniali

Ministro israeliano vuole legalizzare avamposti coloniali

Nazareth-PIC. Il ministro Naftali Bennett, leader del partito “La Casa Ebraica”, ha annunciato che presenterà un disegno di legge concernente la regolamentazione delle colonie per essere votato al Parlamento (Knesset). Questo avverrà se la Corte Suprema israeliana non prenderà una decisione sulla richiesta del governo di rinviare la demolizione della colonia di Amona tra 7 mesi o nel caso in cui … Continua a leggere

Coloni ottengono profitti dai siti archeologici a Gerusalemme

Coloni ottengono profitti dai siti archeologici a Gerusalemme

Gerusalemme-Palestine Chronicle. Di Charlotte Silver. Il revisore dei conti statali di Israele ha criticato duramente tre agenzie governative per aver affidato la gestione di grandi scavi e siti archeologici di Gerusalemme a Elad, un ente privato che permette così l’insediamento di ebrei nella parte est della città, occupata dai militari, violando il diritto internazionale. L’insediamento “Città di Davide” è situato al … Continua a leggere

Il Knesset rifiuta di riconoscere i Palestinesi del ’48 come minoranza nazionale

Il Knesset rifiuta di riconoscere i Palestinesi del ’48 come minoranza nazionale

Gerusalemme-PIC. Mercoledì 9 novembre, il Knesset ha rifiutato un progetto di legge per riconoscere i Palestinesi residenti nei Territori occupati nel 1948 (Israele) come minoranza nazionale. Il deputato arabo Jamal Zahalka di “Lista Araba Comune” ha proposto un progetto di legge al Knesset richiedendo il riconoscimenti dei Palestinesi del ’48 come una minoranza nazionale che ha una relazione speciale con il … Continua a leggere