Archivio Categoria: Approfondimenti

I palestinesi del ’48 nell’occhio del ciclone.

Da Al-Awda-Italia Di Kutayba Younis I palestinesi del ’48 nell’occhio del ciclone  Malgrado la banalità dell’argomento, continua la discussione tra i politici arabi sul significato della condizionale israeliana sul riconoscimento del carattere ebraico di Israele. commissionano ricerche cercando di conoscere le conseguenze di una simile richiesta.  Alcuni si sono dimostrati sorpresi di questa condizione convinti che mira a rendere impotente … Continua a leggere

L’esportazione della ‘democrazia’ by Bush: bombe, pedofilia e droga…

Riceviamo e pubblichiamo. George W. Bush è giunto al capolinea. E ormai le sue allocuzioni sulla "esportazione della democrazia" non incantano più nessuno. Meno che mai le sue minacce all’Iran. A sbugiardare Bush (e gli USA) intervengono i Lacota (meglio conosciuti come Sioux) che denunciano: gli USA non hanno mai rispettato gli accordi di pace firmati 150 anni fa. E … Continua a leggere

Le munizioni radioattive usate in Medio Oriente potrebbero causare più vittime che Hiroshima e Nagasaki.

Le munizioni radioattive usate in Medio Oriente potrebbero causarepiù vittime che Hiroshima e Nagasaki.Gli Usa, il Regno Unito e Israele, colpendo con munizioni radioattive,potrebbero aver innescato in Medio Oriente un olocausto nucleare che,col tempo, si potrebbe rivelare più letale dei bombardamenti atomicistatunitensi contro il Giappone. Sono state esplose così tante munizioni contenenti uranio impoverito,ha dichiarato Leuren Moret, massima esperta in … Continua a leggere

Bisturi sotto occupazione.

Bisturi sotto occupazione Da www.ilmanifesto.it//Quotidiano-archivio/16-Dicembre-2007/pagina18.htm La dottoressa Bader, palestinese e chirurga d’eccellenzaNei Territori occupati ci sono ospedali in continuo miglioramento, anche grazie all’apporto di medici italiani. Ma per curare i piccoli di Gaza e della Cisgiordania le regioni e il governo di Roma finanziano il centro Peres per la pace. I fondi vanno così alle strutture israeliane invece di aiutare … Continua a leggere

‘Prerequisiti per la pace’.

Prerequisiti per la pace   di Mustafa Barghouthi   Come persona che da decadi ha sostenuto una soluzione basata su due Stati e la lotta non violenta per i diritti dei Palestinesi, guardo alla recente Conferenza di Annapolis con una grande dose di scetticismo e un barlume di speranza. Sette anni senza negoziati – e un numero crescente di insediamenti … Continua a leggere

Dopo Annapolis, Hamas apre alla Rice.

DOPO ANNAPOLIS IN PALESTINA: HAMAS APRE ALLA RICE  Mercoledì, 12 Dicembre 2007  di Elle Emme Nel ventesimo anniversario della prima Intifada, il dopo Annapolis nei Territori Occupati riserva alcune sorprese. Le positive novità in campo palestinese sono una sorprendente lettera aperta di Hamas a Condoleezza Rice e la speranza di riaprire il dialogo tra il movimento islamico che controlla Gaza … Continua a leggere

Israeliani e palestinesi dopo Annapolis.

INSS Insight No. 37 November 29, 2007                                                                          Israelis and Palestinians after Annapolis   Mark A. Heller     According to Palestinian Authority President Mahmoud Abbas, Israeli-Palestinian relations can be divided into two distinct historical phases: pre-Annapolis and post-Annapolis.  The last few weeks of the pre-Annapolis period were marked by frenzy of speculation about what the meeting was intended to produce … Continua a leggere

Annapolis: gli Usa preparano una guerra civile palestinese e organizzano il sostegno arabo contro l’Iran.

World Socialist Web Site www.wsws.orgAnnapolis: US prepares Palestinian civil war and rallies Arab support against Iran By Chris Marsden29 November 2007 There were times when the Annapolis summit looked like a poor production by an amateur dramatics society—fumbled handshakes, translations not working, President Bush mispronouncing Palestinian President Mahmoud Abbas’s name, and Abbas himself dragging along behind Bush and Israeli Prime … Continua a leggere

‘Vedi Annapolis e poi muori’.

Da www.ilmanifesto.it del 27 novembre Vedi Annapolis e poi muori Bush e Condoleezza Rice già vantano il successo della presenza siriana e saudita. Sarebbe pronta tra israeliani e palestinesi una dichiarazione per «negoziati finali». Ma quello che si apre oggi nel Maryland è l’incontro di tre fallimenti (Bush e il Grande Medio Oriente in fiamme, Olmert in caduta libera in … Continua a leggere

Tutu e Chomsky criticano Annapolis.

Tutu e Chomsky criticano Annapolis.

Not Through Annapolis: Noam Chomsky Says Path to Mideast Peace Lies in Popular Organizing Against U.S.-Israeli Rejectionism As the U.S. convenes a Mideast summit in Annapolis, Maryland today, we spend the hour on the Israeli-Palestine conflict with two of the world’s leading thinkers: former South African Archbishop Desmond Tutu and world-renowned linguist Noam Chomsky. Chomsky says U.S. backing of continued … Continua a leggere