Archivio Categoria: Boicottaggi

Svezia: niente navi da e per Israele

Stoccolma – Pal-Info. Il sindacato degli operatori portuali svedesi ha annunciato ieri, 23 giugno, che boicotterà le spedizioni destinate a o provenienti da Israele per una settimana, in segno di protesta contro l'attacco israeliano alla Freedom Flotilla del mese scorso. L'agenzia France-Presse ha citato il portavoce del sindacato Rolf Axelson, secondo il quale la decisione di boicottare le navi israeliane … Continua a leggere

California: boicottato un carico israeliano

Imemc e agenzie. Per la prima volta, un sindacato negli Usa ha appoggiato un picchetto per non scaricare beni importati da Israele. È successo domenica scorsa a Oakland, California, e il gesto, organizzato da una coalizione di gruppi pacifisti locali, ha ricevuto il sostegno del Sindacato degli operatori portuali della città. Circa 500 operai insieme ai loro sostenitori si sono … Continua a leggere

Appello dell’Unione dei sindacati palestinesi a tutti i dipendenti portuali: ‘Respingere le navi israeliane dai propri porti’

Imemc, Memo. Oggi, 8 giugno, l'Unione Sindacale Palestinese, membro fondatore del Comitato Nazionale per Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BNC), rivolge il proprio appello ai sindacati dei lavoratori portuali nel mondo: “Bloccare il commercio marittimo israeliano in risposta al massacro di operatori umanitari e di attivisti a bordo della Freedom Flotilla fino a quando Israele non rispetterà la legislazione internazionale e … Continua a leggere

GB e USA: nuove risoluzioni per il disinvestimento da Israele

Imemc, Memo. In Gran Bretagna, a due giorni dall'aggressione israeliana contro la Freedom Flotilla, il principale sindacato britannico ha approvato una risoluzione per il disinvestimento da Israele. La mozione è stata presentata a Manchester dai membri del sindacato nell'ambito di una convezione nazionale ed è stata approvata all'unanimità per “promuovere con vigore una politica di disinvestimento dalle compagnie israeliane” e … Continua a leggere

Norvegia per il boicottaggio dei prodotti israeliani

an-Nasira (Nazareth) – Palestine-info. Circa metà della popolazione norvegese vuole boicottare i prodotti israeliani, o ha già cominciato a boicottarli, com'è risultato da un sondaggio d'opinione condotto in Norvegia negli ultimi giorni. In un articolo apparso mercoledì sul Yediot Ahronot si legge infatti che i risultati, pubblicati su un quotidiano locale, mostrano che il 33,5% degli intervistati è a favore … Continua a leggere

ICACBI: Italian Campaign for the Academic & Cultural Boycott of Israel.

ICACBI Italian Campaign for the Academic & Cultural Boycott of Israel Comunicato stampa 2010/04/08/01  Conferenza stampa per il lancio della Campagna per il Boicottaggio Accademico & Culturale di Israele. Venerdì 7 maggio 2010 alle ore 11.30 presso la Sala dell’Antico Macello di Po in via Matteo Pescatore 7 a Torino, si è tenuta una Conferenza stampa per il lancio della … Continua a leggere

Il boicottaggio accademico: una pratica lecita?

In occasione  della pubblicazione del libro “Pianificare l'oppressione. Le complicità dell'accademia israeliana”a cura di E.Bartolomei, N.Perugini, C.Tagliacozzo, edito dalla Seb27, TorinoGiovedì 13 maggio  alle 21 nella Sala dell'Antico Macello, Via  Matteo Pescatore 7 ci sarà un incontro dal titolo: Il boicottaggio accademico: una pratica lecita? Palestina oggi. Resistenze non violente all'occupazione e libertà negli scambi culturali. Omar Barghouti (PACBI) ne … Continua a leggere

Boicottaggio delle colonie: al via stasera la campagna ufficiale

Cisgiordania – Imemc. Diversi movimenti popolari, istituzioni della società civile e organizzazioni femministe con sede in territorio israeliano si stanno preparando a dichiarare ufficialmente l'avvio di una campagna di boicottaggio nei confronti di tutti i prodotti provenienti dalle colonie ebraiche in Cisgiordania, come strategia di pressione economica su Israele. I vari gruppi hanno già pubblicato un comunicato con il quale … Continua a leggere

Boicottaggio: proteste dei coloni. Anp: nessun accordo di pace violato

Cisgiordania – Imemc. I leader dei coloni in Cisgiordania hanno chiesto al governo israeliano di trattenere tutti i finanziamenti destinati all'Autorità nazionale palestinese (Anp), dopo che quest'ultima ha stabilito di boicottare i prodotti delle colonie ebraiche e proibito agli operai palestinesi di lavorarvi.  Danny Dayan, capo del Consiglio delle colonie, ha motivato la richiesta definendo “ostile” la politica di Ramallah, e … Continua a leggere