Archivio Categoria: In memoria di Stefano Chiarini

Convegno: 'Stefano Chiarini: un giornalista per la Palestina'.

Convegno  “Stefano Chiarini: un giornalista per la Palestina"    Venerdì 29 febbraio ore 17.00 Palazzo Valentini Provincia di Roma (via IV Novembre  119/A)   Sala delle Bandiere  Interverranno:   Roberto Natale (Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana)             Maurizio Musolino  (direttore de “ la Rinascita della sinistra”)           Samir Al-Qaryouti (giornalista e presidente della Comunità palestinese di … Continua a leggere

In memoria di Stefano Chiarini.

Un anno fa moriva il collega e amico Stefano Chiarini, un esempio, ormai sempre più raro, di giornalismo non asservito a poteri forti, a lobby o a schieramenti. Senza di lui, i giornalisti liberi si sentono certamente più soli. La Redazione di Infopal In memoria di StefanoSabato 2 FebbraioComunità di Base di San Paolo Via Ostiense 152/b 0re 17.30Ad un anno dalla … Continua a leggere

Per non dimenticare Sabra e Chatila. Nel nome di Stefano Chiarini.

Da www.ilmanifesto.it dell’8 settembre Sabra e Shatila A Beirut, nel nome di Stefano Chiarini Mi. Gio. Dall’8 al 14 settembre per non dimenticare il massacro di migliaia di palestinesi a Sabra e Shatila e per ricordare il nostro compagno e collega del manifesto Stefano Chiarini, scomparso prematuramente all’inizio dell’anno, che al popolo palestinese aveva dedicato un’intensa attività di sostegno politico … Continua a leggere

Commemorare Chiarini insultandolo.

Commemorare Chiarini insultandolo Al cinema Farnese di Roma, qualche giorno fa nel quadro di quel Tekfestival, hanno proiettato un film della regista palestinese Mai Masri, quella dell’indimenticabile "Frontiere di sogno e di paura" sui ragazzi dei campi profughi dall’una e dall’altra parte del filo spinato messo su dagli occupanti sionisti emuli dei lager. Introduceva il direttore del "manifesto", Gabriele Polo, … Continua a leggere

‘Uno di noi’, Damasco ricorda Stefano Chiarini.

Da www.ilmanifesto.it del 4 marzo Rifugiati e intellettuali«Uno di noi», Damasco ricorda Stefano ChiariniIntellettuali siriani e palestinesi, decine di scrittori, giornalisti e poeti, si sono riuniti mercoledì sera a Damasco – nella sede del centro studi Al-Gad – per ricordare Stefano Chiarini, in nostro compagno scomparso un mese fa. Dopo un minuto di silenzio, Kassem Al-Aina, amico fraterno del giornalista … Continua a leggere

Report serata in ricordo di Stefano Chiarini.

Da www.mercantedivenezia.org/ Report serata in ricordo di Stefano Chiarini       Scritto da I compagni e gli amici di Stefano    lunedì 12 febbraio 2007 Una serata e alcune idee per ricordare Stefano ChiariniReport dell’incontro a Roma di giovedì 8 febbraio Sala gremita e posti in piedi. In tanti giovedì sera alla Casa della Pace hanno voluto ricordare insieme … Continua a leggere

‘L’Italia sia davvero neutrale: si sganci dal trattato di cooperazione militare con Israele’. L’intervento di Stefano Chiarini al Convegno di Infopal del 30 novembre.

Riportiamo qui di seguito la relazione di Stefano Chiarini al Convegno “La Palestina dei media, i media della Palestina. Da un’informazione reticente a un’informazione veritiera”, svoltosi a Roma il 30 novembre scorso e organizzato dall’Agenzia Stampa Infopal.it, dall’Associazione Infopal e dall’Associazione benefica di solidarietà con il popolo palestinese – Abspp onlus. In Italia c’è la tendenza a dire che qui c’è … Continua a leggere

Lettera di Infopal al Manifesto.

Cari colleghi del Manifesto, è con grande sconcerto e dolore che abbiamo appreso, sabato, della morte di Stefano Chiarini. In questi giorni sono state scritte tante lettere e riflessioni sulla sua persona e sul suo lavoro a favore di una informazione corretta e veritiera sul Vicino e Medio Oriente. Stefano è stato un grande giornalista, un sempre più raro esempio … Continua a leggere

Stefano Chiarini: una vita in difesa dei popoli oppressi.

Stefano Chiarini: una vita in difesa dei popoli oppressi.

Stefano Chiarini: una vita in difesa dei popoli oppressi   Le parole rituali non bastano. Un altro compagno e la sua coerenza ci hanno lasciato. Una vita da giornalista comunista in prima linea nelle zone più dimenticate del mondo in difesa dei popoli oppressi.  La controinformazione usata al meglio come metodologia di lotta.  I suoi articoli precisi e documentati e le analisi dirompenti  sono le migliori parole … Continua a leggere