Archivio Categoria: Mediterraneo, Medio Oriente, “primavere arabe”. Interviste, approfondimenti e analisi

L’Arabia Saudita minaccia di isolare il Qatar per aver sostenuto i Fratelli Musulmani

L’Arabia Saudita minaccia di isolare il Qatar per aver sostenuto i Fratelli Musulmani

Memo. L’Arabia Saudita – ha riportato mercoledì [19 febbraio 2014] il quotidiano Al-Arab – ha minacciato di chiudere il confine e lo spazio aereo con il Qatar se Doha non smetterà di sostenere i Fratelli Musulmani. Il quotidiano con sede a Londra, considerato molto vicino ai vertici sauditi e agli Emirati Arabi Uniti, afferma che un funzionario saudita ha consegnato … Continua a leggere

Siria, Valle dei Cristiani a ferro e fuoco

Al-Akhbra – Firas Choufi. Nella città di Zara, nel circondario di Krak des Chevaliers, le feroci battaglie tra l’esercito siriano e i gruppi estremisti armati riecheggiano per tutta Wadi al-Nasara, il nome arabo della Valle dei Cristiani. Ogni giorno, gli abitanti della valle seppelliscono nuove vittime. Quelli che non sono scappati adesso hanno deciso di non abbandonare mai la Siria. … Continua a leggere

La guerra saudita contro la Siria

La guerra del Regno dell’Arabia saudita contro la Siria Ogni osservatore del conflitto siriano desideroso di conoscere di più sulla ribellione antiregime avrà qualche problema a ritrovarcisi in ragione all’inflazione dei gruppi armati che si stimano oggi siano più di un migliaio. La guerra fratricida nella quale sono piombate le principali milizie jihadiste dall’inizio dell’anno accentua la confusione soprattutto sul … Continua a leggere

Disfatta dell’Arabia Saudita in Siria

Neworientnews. Un’analisi di Ghaleb Kandil. L’opposizione siriana sta vivendo il trauma dell’avanzata dell’esercito arabo siriano ad Aleppo, nella campagna di Damasco e nella provincia di Homs. Mentre il processo di riconciliazione che riporta il potere governativo nelle regioni massacrate dai gruppi takfiri, l’esercito si estende a macchia d’olio attorno alla capitale. Nel frattempo, gli ambienti dell’opposizione nella penisola araba spiegano le … Continua a leggere

La 15enne Mariyah: la detenuta più giovane nelle carceri egiziane

La 15enne Mariyah: la detenuta più giovane nelle carceri egiziane

Memo. L’alleanza che sostiene l’eletto presidente egiziano Mohammed Morsi ha considerato il verdetto emesso giovedì 6 febbraio nei confronti di una studentessa di 15 anni, che la condanna ad un anno di carcere, come “un esempio di oppressione ed ingiustizia eseguito dal colpo di stato militare nel nome del legge”. Il tribunale dei minori del governatorato di Dakahlia (nel delta … Continua a leggere

Bahrain: Seven years for criticising dictator as Saudis intensify occupation

Bahrain: Seven years for criticising dictator as Saudis intensify occupation The latest martyr on the road to freedom and democracy is 50-years old Asmaa Hussain whose soul ascended to Heavens yesterday. In the early hours of Tuesday, 11th February members of Death Squads attacked several houses at Jid Al Hajj town, West of Manama, breaking doors, smashing furniture and terrorizing … Continua a leggere

Análise: militantes recorrem a limpeza étnica na Síria

PressTv.  Em uma entrevista divulgada segunda-feira, Lajos Szaszdi indicou os atos criminosos cometidos por militantes na Síria e disse que eles “querem a limpeza étnica, para eliminar as comunidades que não são como eles, a comunidade de alawite, de cristãos, de drusos e outros que são muçulmanos sunitas que apóiam o governo. “ “Estes terroristas e insurgentes se opõem a … Continua a leggere

Prigioniere torturate e violentate nelle prigioni egiziane

Prigioniere torturate e violentate nelle prigioni egiziane

Memo. “Donne egiziane contro il Movimento del Colpo di Stato” rivela che a dicembre e gennaio le autorità hanno arrestato 200 donne e accusa il ministero dell’Interno di torture e violenze sessuali. “Abbiamo registrato 200 arresti di donne a partire dalla ratifica della Legge sulle Manifestazioni, che richiede il permesso preventivo dal ministero dell’Interno per ogni manifestazione e impone multe severe … Continua a leggere

O papel crescente de Israel no sul da Síria

O papel crescente de Israel no sul da Síria

Washingtoninstitute. Enquanto os combates na Síria causam furor, parece que Israel está se movendo com cautela, e muitas vezes a contragosto em relação. Parece que o Estado judeu está assumindo um papel modesto na guerra civil, limitadamente as áreas ao longo da fronteira com as Colinas de Golã. O que começou como uma etapa puramente humanitária , com o fornecimento … Continua a leggere

Analisi: i militanti ricorrono alla pulizia etnica in Siria

PressTv. In un’intervista divulgata lunedì, Lajos Szaszdi ha indicato le azioni criminali commesse dai militanti in Siria e ha osservato che “vogliono la pulizia etnica, per eliminare le comunità che non sono come loro, le comunità di alauite, di cristiani, di drusi o anche altri che sono musulmani sunniti che sostengono il governo”. “Questi terroristi e insorti sono contrari a qualsiasi forma … Continua a leggere