Archivio Categoria: News

Nuove barriere militari e campi devastati dai soldati israeliani.

Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno eretto una barriera militare temporanea tra Kufr Thulth e Azzoun, due città a sud-ovest di Qalqiliya, hanno fermato i veicoli palestinesi che transitavano e hanno controllato le carte di identità. Fonti palestinesi hanno riferito che i militari israeliani sono penetrati nei terreni agricoli delle due aree, devastandoli.

Le Brigate Al-Quds fanno brillare due cariche esplosive sotto automezzi militari israeliani.

Dal nostro corrispondente. Fonti giornalistiche israeliane hanno reso noto che tre soldati sono stati colpiti, all’alba di oggi, a seguito dello scoppio di cariche esplosive collocate sotto il mezzo militare sul quale viaggiavano. Il battaglione stava tentando di invadere il campo profughi di Jenin.  I tre militari hanno riportato ferite lievi.    In un comunicato diramato poco dopo, le Brigate Al-Quds, l’ala militare del … Continua a leggere

Dahlan: Siyam ritiri le forze di sostegno. Fatah non le riconoscerà mai. E iniziamo a lavorare per un governo di unità nazionale

Dal nostro corrispondente. Mohammad Dahlan, membro del Consiglio legislativo, responsabile dell’apparato di sicurezza, ex ministro dell’interno, ha dichiarato che il referendum proposto dal presidente Mahmoud Abbas è l’unica strada per evitare una guerra civile, conflitti all’interno della Palestina e per uscire dalla crisi politica che sta colpendo il popolo.   Ha sottolineato che “nessun movimento può permettersi di criticare l’iniziativa … Continua a leggere

Chi vuole che Abu Mazen diventi come Bokassa? Dal Manifesto.

Chi vuole che Abu Mazen diventi come Bokassa? da www.ilmanifesto.it del 30 maggio. di Tommaso Di Francesco«Non penso che i palestinesi siano d’accordo con il loro governo». L’espressione è di Massimo D’Alema dalla sede dell’Unione europea dove, tra l’altro, ha portato il sostegno dell’Italia alle sanzioni della Commissione Ue al governo palestinese di Hamas, che però saranno «addolcite» perché bisogna … Continua a leggere

Raid israeliani, Libano sul filo della guerra. Dal Manifesto.

Raid israeliani, Libano sul filo della guerra. Da www.ilmanifesto.it del 30 maggio. Pioggia di razzi. Duri scontri tra forze israeliane e resistenza libanese dopo l’uccisione, venerdì a Sidone, del leader della Jihad islamica. Hezbollah: difenderemo il confine e i palestinesi, no al disarmo. di Stefano ChiariniL’uccisione, venerdi scorso, con un’autobomba di Mahmoud Majzoub, esponente della Jihad islamica e di suo … Continua a leggere

Giochi di guerra al largo del Mar nero. Dal Manifesto.

Giochi di guerra al largo del Mar nero. Da www.ilmanifesto.it del 30 maggio. di Michele GiorgioGerusalemmeSi fanno più strette le relazioni tra Israele e Nato, uno sviluppo che gli analisti mettono in relazione alla preparazione di un possibile attacco militare contro le centrali nucleari iraniane. Un portavoce israeliano ieri ha annunciato che il prossimo mese, unità della marina dello stato … Continua a leggere

Un comandante israeliano: "Continueremo le nostre incursioni nella Striscia".

Un comandante israeliano: "Continueremo le nostre incursioni nella Striscia". Dal nostro corrispondente.   In tarda nottata la stampa israeliana ha diramato la notizia che le forze di occupazione israeliane hanno intenzione di continuare le loro azioni militari lungo la Striscia di Gaza utilizzando apparecchiature militari elettroniche sotto la guida e supervisione del comandante in capo della località di Yadi’ut Ahrunut", … Continua a leggere

"L’occidente non vuole far cadere il governo palestinese, ma abbattere la popolarità di Hamas". L'intervista al ministro degli Affari generali palestinesi.

Intervista esclusiva con il ministro degli Affari generali e delle politiche abitative, Abdurrahman Zaidan. Dal nostro corrispondente.  Il ministro degli Affari generali e delle politiche abitative, l’ing. Aburrahman Zaidan, ritiene che l’occidente non voglia far cadere il governo palestinese guidato da Hamas, ma intenda soprattutto ottenere delle rinunce politiche, in un complotto che prende di mira il movimento per farlo … Continua a leggere