Il Cenacolo di Gerusalemme, l’Ultima Cena di Gesù

18118976_1439180842811772_1775963822701126980_nA cura dei Giovani Palestinesi d’Italia. Durante il periodo pasquale non si può non ricordare il Cenacolo di Gerusalemme.

Secondo la tradizione, questo è il luogo dove Gesù e i suoi discepoli condivisero “Ultima Cena”. Difatti la parola Cenacolo, deriva dal latino Coenaculum e cioè luogo in cui si cena. Documenti attestano che proprio nella seconda metà del IV secolo la chiesa fu o restaurata dal vescovo di Gerusalemme, Giovanni II (386-417). Da allora fu chiamata la “Santa Sion”. Il Cenacolo fu restaurato dai crociati dopo che fu distrutto nel 614 da parte dei Persiani. Fu conservato dai cristiani che continuarono a celebrarvi la Messa, mentre la basilica andò poco per volta in rovina.

Attualmente la struttura è composta da due piani: il primo dove si trova la tomba di Davide e il secondo dove è presente la sala chiamata “Cenacolo”.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"