Cisgiordania, escalation di aggressioni dei coloni contro i contadini palestinesi.

Cisgiordania – Infopal. Ormai è guerra aperta: orde di coloni inferociti contro agricoltori palestinesi e attivisti internazionali. Obiettivo: fermare, ostacolare la raccolta delle olive, fonte di reddito e sopravvivenza per migliaia di famiglie palestinesi, e "liberare" altra terra da destinare agli insediamenti, tutti illegali e condannati dalle leggi internazionali.

Questa mattina, a Jabal Odala, nei pressi di Kafr Qaddum, nel nord-est di Qalqiliya, oltre un centinaio di coloni israeliani ha aggredito un gruppo di contadini e volontari stranieri che stavano raccogliendo le olive.

Diversi agricoltori e internazionali, tra cui alcuni inglesi, sono rimasti feriti, e anche i macchinari hanno subito danni.

La banda di coloni ha bloccato l’accesso agli oliveti, impedendo la raccolta delle olive.

L’area è vittima di continui attacchi e aggressioni da parte degli abitanti dell’insediamento di Qedumim, situato su terreni espropriati ai palestinesi di Kafr Qaddum. In generale, in tutta la Cisgiordania e a Gerusalemme sono sempre più numerosi i casi di aggressioni brutali da parte di coloni estremisti.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"