Colombia riconsce Stato della Palestina

Colombia, IMEMC – Secondo quanto riferito, la Colombia ha deciso di riconoscere la Palestina come uno Stato sovrano, solo pochi giorni prima dell’entrata in carico del presidente neoeletto Ivan Duque, secondo una lettera ufficiale del ministro degli esteri della Colombia, Aria Angela Holguin, al ministro degli Esteri palestinese, Riyad al-Malki.

La lettera, consegnata ad al-Malki, affermava che “il Presidente della Repubblica della Colombia ha deciso di riconoscere lo Stato della Palestina”.

La lettera ha aggiunto, secondo Ma’an, che il presidente Santos ha deciso di riconoscere la Palestina come uno “Stato sovrano, indipendente e libero”.

In risposta alla lettera, un rappresentante palestinese ha dichiarato: “ringraziamo il governo colombiano per questa decisione e siamo sicuri che ciò contribuirà in modo significativo a generare le condizioni necessarie per il raggiugimento della pace in Medio Oriente”.

L’ambasciata di Israele a Bogotà ha affermato di essere “sorpresa e delusa”.

L’ambasciata israeliana ha pubblicato sul suo account Twitter un post che dice “chiediamo al governo colombiano di fare marcia indietro sulla decisione presa dalla precedente amministrazione nei suoi ultimi giorni, che contravviene alle relazioni strette, alla cooperazione estesa in aree vitali e agli interessi di entrambi i Paesi”.

Questa decisione è arrivata dopo molti anni di sforzi intensi esercitati dal ministero degli Esteri palestinese, nonché dalla missione diplomatica della Palestina in Colombia.

Fino ad ora, la Colombia era l’unico Paese sudamericano che non riconosceva lo Stato della Palestina.

La Palestina è riconosciuta come Stato sovrano da oltre 130 Paesi, dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e dalla Corte Penale Internazionale (CPI).

La Palestina cerca di creare il proprio Stato a Gaza, in Cisgiordania e a Gerusalemme Est, facendo pressioni per un ritorno ai confini precedenti al 1967.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"