Colono israeliano investe ragazzo nella città di Hebron

Hebron-Ma’an. Venerdì un sedicenne palestinese è stato ricoverato dopo essere stato investito da un colono israeliano nel quartiere di Tel Rumeida nella città occupata di Hebron, nella parte meridionale della Cisgiordania.

Testimoni hanno dichiarato a un inviato di Ma’an che un colono israeliano avrebbe deliberatamente travolto con il suo veicolo il giovane palestinese nella città di Hebron.

Il ragazzo è stato identificato dalla gente del posto come Munir Abdullah Gharib, di anni 16. Munir è rimasto ferito nella collisione ed è stato trasferito immediatamente all’ospedale governativo Alia di Hebron per ricevere le cure mediche necessarie. Non si hanno notizie sulle sue condizioni di salute.

Gli incidenti ai danni di palestinesi che vedono coinvolti coloni israeliani nel Territorio palestinese occupato avvengono con una frequenza relativamente regolare e vengono solitamente trattati dalle forze di sicurezza israeliane come incidenti, anche nei casi in cui i testimoni affermano che l’attacco del veicolo sia intenzionale.

Circa 800 coloni israeliani notoriamente aggressivi vivono attualmente sotto la protezione militare israeliana nella Città Vecchia, circondati da più di 30.000 palestinesi.

I residenti palestinesi della Città Vecchia di Hebron convivono quotidianamente con una massiccia presenza militare israeliana, con almeno 30 posti di controllo tra permanenti e parziali posizionati nei punti di accesso di numerose strade.

Inoltre, ai palestinesi non è permesso guidare sulla strada al-Shuhada, le loro case e i negozi che si trovano lungo di essa sono stati sigillati e, in alcune zone della Città Vecchia, non è permesso loro camminare in determinate strade.

Nel frattempo, ai coloni israeliani è concesso di muoversi liberamente per strada, guidare automobili e portare con sé mitragliatrici.

Traduzione per InfoPal di Giulia Zeppi

 

tag:

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"