Come i nostri media riportano le notizie della guerra israeliana contro Gaza.


I nostri media ormai non riescono più a celare la strage in corso, e quindi, per dovere di cronaca, danno le notizie, ma condendole con “giustificazioni” che tirano in ballo i razzetti Qassam e Hamas…

 

Da www.corriere.it

L’attacco dopo i ripetuti lanci di razzi dei giorni scorsi

Offensiva israeliana su Gaza
«140 morti e 200 feriti»

Missili contro i posti di polizia di Hamas. La reazione: «Risponderemo in tutti i modi»

 
 

GAZA – La durissima offensiva israeliana contro Gaza è arrivata dal cielo: una serie di raid aerei lanciati in mattinata hanno colpito il porto e quasi tutti i posti di polizia della principale città del territorio controllato da Hamas. Obiettivi distrutti, ma il bilancio delle vittime è gravissimo: fonti mediche parlano di 120 morti e 200 feriti tra i palestinesi solo a Gaza. Tra le vittime anche il capo della polizia, Tawfiq Jabber. A Khan Younis e Rafah, invece, avrebbero perso la vita altre 23 persone. L’ondata di attacchi israeliani è infatti proseguita anche in altre zone della Striscia. E potrebbe «allargarsi» ulteriormente.

Guarda il video – L’attacco israeliano contro Hamas nella Striscia di Gaza

L’ESERCITO – Le forze armate dello stato ebraico hanno fatto sapere di aver colpito per «fermare gli attacchi terroristici» su Israele e di essere preparate ad «andare avanti». «La nostra aviazione – ha detto un portavoce – è intervenuta in modo massiccio contro infrastrutture di Hamas nella Striscia di Gaza per fermare gli attacchi terroristici delle ultime settimane contro edifici civili israeliani. Abbiamo avvertito la popolazione civile della Striscia di Gaza che avremmo attaccato e Hamas, che si nasconde tra la popolazione civile, è l’unica responsabile di questa situazione. Le nostre operazioni andranno avanti e, se necessario, saranno allargate». Anzi, secondo il portavoce dell’esercito israeliano, Avi Benyahou, l’offensiva è «appena all’inizio».


Da www.repubblica.it

Raid israeliano a Gaza
E’ strage, oltre 100 i morti
Hamas: “Ci vendicheremo”

Stamattina gli aerei con la stella di David hanno attaccato la Striscia di Gaza, colpendola con una ventina di razzi. Una rappresaglia arrivata dopo che Hamas aveva annunciato la sua intenzione di non rinnovare la tregua informale di sei mesi e dopo il riprendere dei lanci dei razzi verso Israele. Gli attacchi hanno colpito installazioni di Hamas, compreso il porto. Il bilancio provvisorio parla di 140 morti e centinaia di feriti. La rabbia di Hamas: “Risponderemo”.

La massiccia offensiva “è appena all’inizio”. Lo ha detto il portavoce dell’esercito israeliano, Avi Benyahou alla radio militare.

Le autorità egiziane hanno inviato in queste ore decine di ambulanze e attrezzature mediche verso la striscia di Gaza obiettivo dei raid dei caccia israeliani.

12:05 Massima allerta in Israele

Massima allerta in tutto il territorio dello stato israeliano. I servizi di pronto soccorso israeliani, hanno dispiegato 200 ambulanze in tutto il paese, nel timore di una reazione di Hamas agli attacchi di oggi.

Secondo fonti mediche il bilancio delle vittime è arrivato a 140. 120 a Gaza City altri 20 a Khan Younis e Rafah.

I raid aerei israeliani compiuti sulla striscia di Gaza di questa mattina hanno causato il ferimento anche di diversi bambini colpiti mentre si trovavano all’interno della loro scuole o nei dintorni. Secondo quanto riferisce l’ìnviato della Tv satellitare ‘al-Arabiya’, in questo momento la città di Gaza è colpita da un black out elettrico mentre i caccia israeliani continuano a sorvolare la città.

Il movimento estremista islamico Hamas ha “ordinato alle brigate Ezzedine al Qassam di rispondere all’aggressione degli occupanti con tutti i modi”. Anche le altre fazioni integraliste palestinesi hanno ordinato ai loro combattenti di “vendicare” l’attacco

Un portavoce militare israeliano ha annunciato stamane l’inizio di un’offensiva militare aerea contro basi e strutture di Hamas nella striscia di Gaza, precisando che l’operazione potrà essere ampliata a approfondità secondo le necessità. “Gli obiettivi che sono stati attaccati erano stati individuati dai servizi informazione negli scorsi mesi e comprendono terroristi di Hamas che operavano da basi, comandi, basi di addestramento e arsenali bellici”.

Il capo della polizia di Hamas nella Striscia di Gaza è stato ucciso nell’offensiva israeliana. Secondo la radio del movimento fondamentalista palestinese, Tawfiq Jabber è morto nel bombardamento che ha distrutto il quartier generale delle forze di sicurezza

“Israele prenderà tutte le misure necessarie per fermare il fuoco dei razzi” che il movimento hamas spara verso lo stato ebraico; ma “non entreremo a gaza, ci sono altri mezzi. Non ce ne siamo andati da gaza per tornarci”: così il presidente israeliano Shmoin Peres in una intervista pubblicata oggi dal quotidiano in lingua araba edito a londra, Al-Sharq Al-Awsat.

Secondo fonti mediche i morti sarebbero 120, i feriti circa 200

“L’Egitto, il suo presidente, il Parlamento e il popolo condannano la strage senza precedenti che sta avvenendo a gaza”. E’ quanto ha detto alla tv araba Al Jazeera, Mustafa al Faqqi, presidente della commissione esteri del parlamento egiziano. “Il mondo non può stare a guardare quello che sta avvenendo nella striscia”, ha aggiunto il deputato che ha definito israele “uno stato aggressivo”.

Secondo un portavoce israeliano l’attacco ha distrutto la maggior parte delle sedi militari di Hamas a Gaza.

Lo stato di allerta è stato dichiarato nel sud di Israele in previsione di un intenso bombardamento con razzi e mortai da parte di gruppi armati palestinesi in reazione ai raid aerei israeliani sulla striscia di Gaza.

L’aviazione israeliana ha lanciato una nuova offensiva contro obiettivi nel nord e nel centro della striscia di Gaza. Lo riportano residenti locali.

Fonti ospedaliere parlano di venti morti e un centinaio di feriti

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha condannato l’attacco israeliano.

L’attacco è giunto proprio nel momento in cui in un complesso della polizia si svolgeva una cerimonia di giuramento delle reclute. In un attacco sul campo profughi di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza, sono rimaste uccise due persone.

Il raid aereo israeliano su Gaza CitY ha provocato almeno 40 morti. Lo ha detto oggi un portavoce della polizia di Hamas alla radio. “Finora, a causa dei continui raid degli occupanti sono caduti martiri oltre una quarantina dei nostri”.

Gli aerei israeliani hanno lanciato una trentina di missili causando forti danni.

Gli attacchi hanno colpito installazioni di Hamas, compreso il porto. Il bilancio provvisorio parla di almeno cinquantina vittime tra morti e feriti.

Stamattina gli aerei con la stella di David hanno attaccato la Strscia di Gaza, colpendola con una ventina di razzi.

Da www.ansa.it

2008-12-27 12:22
ATTACCHI AEREI ISRAELE SU GAZA CITY, MORTI E FERITI

GERUSALEMME – Israele ha lanciato oggi una massiccia offensiva aerea nella striscia di Gaza contro basi e impianti di Hamas e delle milizie armate, da giorni ventilata in reazione ai tiri di razzi sul suo territorio. Stando a un bilancio ufficioso e non definitivo del ministero della sanita’ di Gaza, nei raid sono state uccise almeno 140 persone e piu’ di 200 sono state ferite.

Tra gli uccisi anche il capo della polizia di Gaza Tawfik Jaber. Intorno alle 11.30 locali (10.30 in Italia) sui cieli di tutta la striscia sono apparse aerei F.16 e elicotteri israeliani che hanno cominciato sistematicamente a colpire basi, arsenali e installazioni di Hamas e delle milizie palestinesi, in gran parte situate nel cuore di aree densamente abitate da civili. Gli scoppi, le colonne di fumo che si sono subito levate in cielo, il crollo degli stabili colpiti, i corpi degli uccisi e dei feriti riversi nelle strade hanno causato grande panico e scene di isteria popolare.

Da Hamas e dalle milizie e’ partito l’ordine di usare tutti i mezzi a disposizione contro Israele per vendicarsi dell’ attacco israeliano. Un portavoce militare israeliano ha detto che l’operazione potra’ essere ampliata e approfondita, secondo necessita’, e ha detto che sono stati colpiti comandi, basi, arsenali e campi di addestramento di Hamas e delle diverse milizie. Ha affermato che la responsabilita’ dell’operazione, che mira a tutelare le esigenze di sicurezza di Israele e dei suoi abitanti, ricade ”sulle organizzazioni terroristiche” che da tempo hanno costantemente sotto tiro con razzi e mortai la popolazione civile in Israele. Le autorita’ israeliane hanno dichiarato uno stato di allerta nel sud del paese in previsione di intense cadute di razzi e hanno chiesto alla popolazione di restare in aree protette.


HAMAS INCITA A VENDETTA 
Hamas e altre fazioni integraliste palestinesi hanno ordinato oggi ai loro combattenti di ”vendicare” l’attacco aereo israeliano contro la striscia di Gaza. ”Tutti i combattenti hanno ricevuto l’ordine di rispondere al massacro perpetrato da Israele”, afferma un comunicato del gruppo della Jihad islamica, che riecheggia dichiarazioni analoghe di Hamas e di altre fazioni armate.


PORTAVOCE ISRAELE, ATTACCO POTRA’ ALLARGARSI
Un portavoce militare israeliano ha annunciato stamane l’inizio di un’offensiva militare aerea contro basi e strutture di Hamas nella striscia di Gaza, precisando che l’operazione potra’ essere ampliata a approfondita’ secondo le necessita’.

”Le forze armate – ha detto – continueranno le operazioni contro il terrorismo sulla base di costanti valutazioni dello stato maggiore. L’operazione continuera’, sara’ ampliata e approfondita, secondo le necessita. Tutti gli aerei che hanno preso parte all’operazione sono tornati senza danni alle loro basi”. ”Gli attacchi aerei – ha continuato – sono attuati in seguito alla continuazione delle attivita’ terroristiche di Hamas dalla striscia di Gaza, il proseguimento dei tiri di razzi contro la popolazione civile nei villaggi e nelle citta’ nel sud del paese”. ”Gli obiettivi che sono stati attaccati erano stati individuati dai servizi informazione negli scorsi mesi e comprendono terroristi di Hamas che operavano da basi, comandi, basi di addestramento e arsenali bellici. Il governo di Hamas, i suoi capi e i suoi miliziani attuano il terrorismo, agendo da tempo all’ interno della popolazione civile, hanno la sola responsabilita’ per la reazione militare israeliana, che e’ necessaria per tutelare le esigenze di sicurezza di Israele e dei suoi cittadini”.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"