Comitato per i detenuti: “Dure condizioni di vita dei prigionieri politici nel carcere di Nafha”

Gaza-IMEMC. Il Comitato palestinese per i detenuti ha riferito, giovedì, che i prigionieri politici che sono stati trasferiti dal carcere di Ramon a quello di Nafha si trovano ad affrontare condizioni estreme di vita.

In una dichiarazione, il Comitato ha affermato che l’amministrazione penitenziaria di Ramon ha trasferito circa 100 detenuti dal carcere di Ramon alle sezioni tre e quattro di Nafha, e ha aggiunto che i soldati hanno confiscato tutti i loro effetti personali, compresi biancheria da letto ed altri oggetti.

Il Comitato ha dichiarato che i soldati del carcere di Ramon, muniti di cani, hanno attaccato fisicamente i prigionieri e causato deliberatamente danni ai loro effetti personali.

Dopo questo, hanno arrestato circa 100 prigionieri e li hanno trasferiti nelle sezioni tre e quattro della prigione di Nafha.

Nel 2019, l’amministrazione israeliana delle carceri ha intensificato gravemente le violazioni contro i prigionieri e ne ha messo decine in isolamento, oltre al trasferimento casuale di prigionieri in varie altre prigioni.

Secondo l’Associazione per i diritti umani ed il supporto per i prigionieri (Addameer), Israele detiene circa 5 mila prigionieri politici, di cui 458 in detenzione amministrativa, tra cui quattro membri del Consiglio legislativo palestinese, oltre 185 bambini e 41 donne.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"