Commissione Speciale sui Diritti Umani: in preparazione il viaggio d’indagine 2010

Wafa' La Commissione Speciale d'indagine sullo stato dei Diritti Umani programma la sua visita annuale tra Israele, Giordania, Egitto e Siria per monitorare la situazione dei diritti umani tra le comunità palestinesi.

La missione sarà condotta dall'8 al 19 giugno.

Rappresentanti di governo, di concerto con Agenzie delle Nazioni Unite e controparti locali, ispezioneranno e tireranno le conclusioni sulla situazione dei Diritti Umani nei territori occupati come presso altre comunità di palestinesi, e le relative raccomandazioni e conclusioni finali saranno indirizzate all'Assemblea Generale.

La Commissione Speciale è composta da tre Stati membri: Sri Lanka, che detiene la presidenza, Malaysia e Senegal.

Quest'organo fu istituito nel dicembre 1968 su decisione dell'Assemblea Generale. Dopo la Guerra dei sei giorni (1967), si imposero questioni relative alla supervisione dei diritti umani nei territori occupati, tra le alture del Golan, in Cisgiordania, a Gerusalemme est e nella Striscia di Gaza.

Sin dalla sua costituzione, Israele si è sempre rifiutato di accogliere le richieste di questa commissione e, spesso, di permetterne l'ingresso.

È accaduto di frequente infatti che la Commissione visitasse soltanto i Paesi limitrofi per indagare sullo stato dei Diritti Umani nei Territori palestinesi occupati e tra la comunità palestinese del 1948.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"