Cosa è successo alla Moqata'a?

Da Maan News del 18 marzo.

Gerico. I palestinesi si stanno dirigendo verso il palazzo della Moqata’a per verificarne le condizioni dopo l’attacco dei militari israeliani avvenuto di fronte alle tv di tutto il mondo.

Ayahm Hasanain, un palestinese di 44 anni, ha affermato: "Ciò che abbiamo visto in tv è niente se paragonato a ciò che si può constatare sul terreno".

Uno dei poliziotti palestinesi dislocati nell’area ha dichiarato che centinaia di palestinesi si stanno recando per testimoniare di persona il crimine israeliano e l’arroganza del suo potere. Alcuni dei visitatori sono i vecchi che hanno prestato servizio militare durante il periodo giordano, prima del ’67.

Il giornalista Fat’hi Barahmah ha dichiarato che lo scopo dell’attacco israeliano era raggiungere due obiettivi: distruggere la memoria palestinese, poiché questi luoghi nel passato sono stati teatro di storie eroiche; umiliare il popolo in generale attraverso lo spettacolo del maltrattamento dei prigionieri e dei poliziotti palestinesi.

I visitatori palestinesi si sono riuniti attorno agli uomini della sicurezza in modo da conoscere direttamente che cosa è accaduto martedì 14 marzo.

Iad, 31 anni, di Gerusalemme, ha raccontato: "Sono rimasto scioccato per ciò che ho visto. Hanno distrutto ogni cosa. Ciò che abbiamo visto in tv è niente al confronto con ciò che vediamo ora".

La Moqata’a è un palazzo storico, costruito dal governo britannico durante il periodo mandatario, nei primi decenni del ‘900.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"