Cresce ancora il numero delle vittime dell’assedio contro la Striscia di Gaza: ieri è deceduto un uomo di 49 anni.

Gaza – Infopal

Continua ad ampliarsi la lista delle vittime, i “martiri dell’assedio” nella Striscia di Gaza.

Ieri è morto il cittadino Jamil Atiyah Hamad, 49 anni, malato ai reni. A causa dell’assedio israeliano e internazionale, non ha potuto recarsi all’estero per le cure necessarie al suo caso.

Hamad, sposato, padre di sette figli, aveva problemi ai reni e aveva bisogno di dialisi. Rami Abdoh, portavoce della Commissione Popolare per affrontare l’assedio, ha confermato che i malati ai reni con necessità di dialisi rischiano di morire per mancanza di medicine e perché 23 sui 66 apparecchi sono rotti e non possono essere riparati a causa della mancanza di pezzi di ricambio.

La Commissione Popolare per affrontare l’assedio, considera quando sta accadendo nella Striscia di Gaza e l’aumento giornaliero dei morti – nel silenzio del mondo – "una vergogna per coloro che si suppone debbano difendere i diritti umani, la pace, la sicurezza e la stabilità".

Secondo i media, i malati morti a causa della chiusura dei valichi e del boicottaggio israelo-internazionale sono 17; secondo il ministero della sanità, dalla metà di giugno, si avvicina a 50.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"