‘Dalle provocazioni di Fayyad alle accuse a Dahlan: ecco perché ‘Abbas è in crisi’

Ramallah – Pal-Info. Una fonte vicina a Fatah ha rivelato che il presidente Mahmud 'Abbas lascerà il proprio incarico (il cui termine è peraltro già scaduto) entro quest'anno, a causa del trattamento offensivo ricevuto, a suo dire, da parte sia dei paesi arabi che del suo primo ministro Salam Fayyad.

Secondo quanto dichiarato dalla fonte a Pal.info, 'Abbas ha infatti cessato di esercitare qualsiasi controllo in Cisgiordania, dove il gioco è ormai nelle mani di Fayyad, e si è così appropriato dei finanziamenti destinati all'ufficio della presidenza.

Il leader di Fatah e il suo movimento vengono inoltre definiti “incapaci d'intervenire sull'operato anche solo di uno dei ministri del governo incostituzionale di Fayyad, a causa della neutralizzazione della loro influenza e del controllo che ha quest'ultimo sui fondi del governo”.

All'estero, 'Abbas deve invece affrontare le critiche velenose provenienti dalla Giordania e le tensioni esistenti con la l'entourage del Palazzo reale, che vengono tuttavia mascherate dagli ambienti ufficiali. A queste si aggiunge una stima altalenante da parte dell'Egitto.

Per quanto riguarda i documenti rivelati da Al Jazeera sulle trattative isrealo-palestinesi, la fonte ha spiegato che, nonostante l'Autorità nazionale palestinese (Anp) abbia ufficialmente accusato alcuni impiegati assegnati alla gestione delle trattative di essere responsabili della fuga d'informazioni, la colpa all'interno dell'Anp è stata data in realtà a Muhammad Dahlan. Quest'ultimo ha recentemente avuto diversi dissensi con 'Abbas, e viene sottoposto ad interrogatori con l'accusa di aver tentato di destituirlo dal suo incarico.

All'interno del materiale pervenuto al network arabo non vi sono inoltre soltanto documenti relativi alle trattative, ma anche altro materiale legato alle questioni della sicurezza, chiarisce la fonte.

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"