Dall’inizio del 2018, Israele ha emesso 338 ordini di detenzione amministrativa

Quds Press e PIC. Le autorità israeliane hanno emesso 338 ordini di detenzione amministrativa dall’inizio del 2018, ha affermato il Centro palestinese per gli studi sui prigionieri.

Il centro ha sottolineato che tra i 338 ordini, 222 sono rinnovi di detenzione; 116 sono stati emessi contro palestinesi detenuti per la prima volta o nuovamente arrestati.

La politica di detenzione amministrativa israeliana, ampiamente condannata, consente l’internamento senza accusa né processo in intervalli di sei mesi massimi rinnovabili e basati su prove segrete.

I gruppi per i diritti umani hanno affermato che la politica di detenzione amministrativa israeliana è usata come “tentativo di interrompere i processi politici palestinesi, in particolare contro leader, attivisti e giornalisti palestinesi”.

Secondo il gruppo Addameer per i diritti dei prigionieri, 6.500 palestinesi sono stati imprigionati nelle carceri israeliane, più di 500 dei quali sono in detenzione amministrativa.

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"